WEGATE.EU: il Portale delle imprese femminili europee

foto-wegate.eu

Il 30 settembre 2016 è stato presentato WE Gate.eu, la piattaforma digitale per le donne imprenditrici. Uno strumento di lavoro concreto per conoscere e farsi conoscere, fare rete, avere notizie utili al proprio business e avviare partenariati

L’evento di lancio della piattaforma europea per le imprenditrici si è tenuto a Bruxelles, presso la Direzione generale della Commissione Europea per il Mercato interno, l’Industria, l’Imprenditoria e le PMI (DG GROW).

Il portale si pone come il primo ed unico strumento operativo digitale europeo completo di ogni informazione utile per le imprese femminili, una sorta di incubatore virtuale che supporta le imprenditrici dando informazioni sull’avvio di impresa, sui finanziamenti, sul marketing per espandere il proprio business. E tutte le informazioni sono relative ad ogni Stato membro.

Ciò significa che si possono avere notizie relative all’internazionalizzazione o sui partenariati fra imprese di diverse regioni europee (tra l’altro utili per partecipare ai programmi di finanziamento europei), o sulle diverse opportunità esistenti in altri Paesi di cui finora non si è potuto approfittare per mancanza di adeguate informazioni. Non solo: nel portale c’è anche una sezione dedicata al learning e al mentoring, dove si possono trovare i nomi e i contatti delle mentori e delle ambasciatrici europee, ovvero delle imprenditrici di successo che si mettono a disposizione per insegnare e aiutare le loro colleghe neofite fornendo loro consigli basati sulla propria esperienza personale.

Sempre sul portale, una sezione è dedicata alle storie di successo che possano essere di esempio e ispirazione per le altre imprenditrici. Ma WE Gate.eu è anche un’occasione per avere visibilità, una vetrina per le organizzazioni e le associazioni costituite da donne imprenditrici o che si rivolgono alle donne imprenditrici. E ci sono elencate tutte le community di supporto, compresi i network, i business manager, i policy-makers, le camere di commercio, i media (Donna in Affari ad esempio è nell’elenco).

Durante la presentazione, in inglese, sono intervenute le rappresentanti della Commissione Europea e del Parlamento Europeo direttamente interessate (vedi nostro video). L’evento è stato coordinato dal Michel Catinat, della Commissione Europea mentre l’uso della piattaforma è stato illustrato da Ruth Ivory e Antonio Moreno.

Per ogni sezione ci sono delle pagine dedicate alla nazione che può interessare l’utente, e per ciascun Paese potete trovare dunque l’argomento di interesse, l’aiuto necessario. Volete ad esempio avviare un’attività in Italia ma è troppo oneroso? Perché non pensare di avviarla in un altro Paese europeo? Il punto chiave è che oggigiorno possiamo, grazie all’Unione Europea, essere più flessibili e articolare meglio i nostri affari.

Il concetto di base è che l’Unione Europea debba diventare come un solo grande Paese in cui muoversi con facilità e in libertà e ciò si può realizzare solo creando un ecosistema condiviso. La strada è già stata aperta ma gli ostacoli non sono pochi e questo portale rappresenta un grosso passo in questa direzione, tanto è vero che – come è stato detto più volte durante la presentazione – potrà diventare la “nostra casa” e che questo momento, per le imprenditrici, è un momento storico. Infatti, lo sforzo della DG GROW della Commissione Europea è quello di creare un ambiente collaborativo, un clima sereno in cui lavorare tra imprenditrici di tutta l’Unione.

Usare la piattaforma WEGATE

Dopo essersi registrati alla piattaforma, la si può utilizzare con facilità incrociando le ricerche (ovvero in orizzontale o in verticale). Inoltre la piattaforma è interattiva e dunque si possono anche inserire proprie informazioni, propri contenuti. Usarla è molto semplice, poiché il metodo è intuitivo, anche se per il momento è necessaria la conoscenza della lingua inglese (in alcuni casi ci sono già le traduzioni di alcune pagine in francese e in tedesco). Parlando con Anna Danti, della DG GROW, che ha seguito fin dalle prime idee iniziali tutta l’operazione di creazione della piattaforma, abbiamo saputo che l’intenzione è di permettere alle imprenditrici utenti di utilizzare la piattaforma usando la propria lingua, ma ci vorrà tempo.

WEGATE.EU è accessibile con ogni tipo di device (telefonino, PC, tablet, ecc.) e la piattaforma, servendo per mettere in contatto le imprenditrici femminili, è anche collegata ai social media, facebook e twitter in testa. I collegamenti sono anche ai blog delle imprenditrici. E, come dicevamo, si possono generare contenuti autonomi. Naturalmente c’è un team che monitora per evitare problemi. Infatti prima di fare operazioni di caricamento è meglio contattare il team.

I primi passi da fare sono semplici: quando ci si registra, si deve compilare un form online spiegando in che veste ci stiamo registrando, ad esempio: siamo singole imprenditrici? rappresentiamo un’associazione? una compagnia? un’organizzazione?
Una volta compilato il form di registrazione ci viene data una password e a quel punto possiamo iniziare a navigare in ogni sezione e a usare il portale in modo completo. Così ad esempio, se stiamo cercando un partner all’estero per espandere la nostra attività in un altro Paese europeo, iniziamo con lo scegliere la nazione che ci interessa e man mano andiamo avanti. Ma possiamo anche cercare un business partner nel nostro stesso Paese. Oppure vogliamo semplicemente entrare a far parte di una Community. Qualsiasi sia il nostro proposito, basta seguire i menu a tendina che partono dalla homepage e ci arriviamo con facilità.

Sul portale c’è la possibilità di ottenere informazioni pratiche su come avviare un’attività nei diversi Paesi europei. Per avere le informazioni in questo caso basta cliccare su Start e poi selezionare la nazione che ci interessa. Ad esempio il nostro giornale è stato posizionato in questa pagina ed è indicato che si tratta di una testata giornalistica che affronta i temi di interesse in lingua italiana.
Tra le altre “chicche” del portale i contatti con le Business Angels, ovvero le imprenditrici che investono sulle altre donne imprenditrici, fornendo loro i capitali necessari a realizzare le proprie idee imprenditoriali. Quindi non solo informazioni sui finanziamenti pubblici ma anche possibilità di trovare investitrici private, fatto che si addice a quello che abbiamo inizialmente presentato come primo e unico incubatore (hub) digitale europeo. Per credere, non resta che provare. Buona registrazione a tutte.