UE, approvato il bilancio 2017

foto-blinacio-ue-2017-sessione-plenaria-parlamento-europeo

Dall’Unione Europea più sostegno per i giovani e iniziative per la crescita: i dati sul Bilancio 2017

Il Parlamento europeo ha approvato il bilancio 2017 con 438 voti favorevoli, 194 contrari e 7 astensioni. Essendo stato firmato dal Presidente Martin Schulz esso è ora esecutivo.

Tra le novità, l’aggiunta di altri 500 milioni di euro per l’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile (YEI) e di altri 200 milioni per i provetti di crescita e occupazione come: COSME (competitività delle piccole e medie imprese), il meccanismo per collegare l’Europa (CEF, finanziamento di progetti infrastrutturali), Orizzonte 2020 (progetti di ricerca) ed Erasmus+ (mobilità degli studenti).

“Abbiamo raggiunto i nostri obiettivi” ha dichiarato Jens Geier, relatore per la sezione Commissione. “Il bilancio 2017 si concentra chiaramente sulle nostre priorità: stimolare la crescita, creare posti di lavoro – soprattutto per i giovani – e affrontare la crisi migratoria. Gli ulteriori 500 milioni di euro che siamo riusciti a ottenere per l’iniziativa per occupazione giovanile rappresentano un chiaro segnale all’UE ad agire”.

Per affrontare la crisi migratoria infatti sono stati previsti ulteriori 728 milioni di euro. Serviranno ad incrementare i fondi per la migrazione e tra questi vi sono 28 milioni di euro aggiuntivi per il sostegno ai rifugiati palestinesi, che così giunge a un totale di 310 milioni di euro, e 3 milioni in più per sostenere i colloqui di pace a Cipro, raggiungendo così un totale di 34,8 milioni di euro per questa finalità.

Il Bilancio 2017 potrà essere comunque essere rivisto nell’ambito del quadro finanziario pluriennali 2014-2020. Ivan Korčok, per la Presidenza del Consiglio slovacca, ha promesso un pacchetto di revisione che permetta “di mobilitare oltre 6 miliardi di euro da destinare alle priorità più importanti fino alla fine di questa prospettiva finanziaria”, oltre a rendere il bilancio più flessibile.

Il bilancio 2017 e la documentazione relativa si trovano a questo link.