Inail, assicurazione casalinghe in scadenza il 31 gennaio

foto-mamma-casalinga

Assicurazione casalinghe: è iniziato il conto alla rovescia verso il 31 gennaio, ultimo giorno utile per il versamento del premio annuale di 12,91 euro dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici, introdotta nell’ordinamento italiano con la legge n. 493 del 3 dicembre 1999

Si tratta dell’assicurazione che tutela dalle conseguenze più gravi le casalinghe (e i casalinghi) di età compresa tra i 18 e i 65 anni che si occupano della cura della casa e del nucleo familiare in modo abituale, esclusivo, gratuito e senza vincolo di subordinazione.

Oggetto dell’assicurazione sono infatti gli infortuni avvenuti in occasione e a causa del lavoro prestato in ambito domestico, ovvero avvenuti nell’abitazione nella quale dimora la famiglia dell’assicurato, comprese le pertinenze (soffitte, cantine, giardini, balconi, ecc.) e le parti comuni condominiali (terrazze, scale, androni, ecc.).

L’assicurazione, in particolare, dà diritto a un indennizzo in caso di infortuni che comportino un’invalidità permanente pari o superiore al 27%. In caso di morte, invece, è prevista l’erogazione di una rendita a ciascuno dei superstiti calcolata con le stesse modalità e percentuali stabilite per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

Tra i soggetti obbligati a iscriversi rientrano anche i pensionati di entrambi i sessi che non hanno superato i 65 anni, i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione, tutti coloro che, avendo già compiuto i 18 anni, lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia – ad esempio i ragazzi o le ragazze che sono in attesa del primo impiego – gli studenti che si occupano anche dell’ambiente in cui abitano, i lavoratori in cassa integrazione guadagni (Cig) o in mobilità, e gli stagionali temporanei e a tempo determinato. Nell’ambito dello stesso nucleo familiare possono anche assicurarsi più persone.

Per effettuare il versamento dei 12,91 euro del premio annuale – deducibile ai fini fiscali e non frazionabile su base mensile – si può utilizzare il bollettino postale precompilato che le persone già iscritte ricevono a domicilio entro la fine di ogni anno. In caso di disguidi nel recapito, è comunque possibile recuperare il bollettino prestampato online sul sito www.inail.it, previa autenticazione, oppure utilizzare il bollettino postale in bianco Td 451 relativo al c/c 30621049 (intestato a Inail Assicurazione Infortuni Domestici p.le G. Pastore, 6 – 00144 Roma), reperibile presso gli uffici postali, le sedi locali dell’Istituto e le associazioni delle casalinghe.

Con pagoPA, il sistema che consente a cittadini e imprese di effettuare qualsiasi pagamento verso le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica, è anche possibile effettuare il versamento direttamente sul sito dell’Inail oppure, utilizzando il codice presente sull’avviso di pagamento, presso gli sportelli bancari, gli istituti di pagamento e i tabaccai abilitati al servizio. Chi deve iscriversi per la prima volta, invece, può utilizzare il bollettino postale in bianco Td 451 oppure richiederlo online sul sito dell’Istituto, previa registrazione.

Il premio è a carico dello Stato per le persone che possiedono un reddito complessivo lordo personale fino a 4.648,11 euro l’anno e che fanno parte di un nucleo familiare che non supera i 9.296,22 euro, con riferimento al reddito complessivo lordo Irpef relativo all’anno precedente.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la sezione del portale dell’Istituto dedicata all’assicurazione contro gli infortuni domestici, contattare telefonicamente il contact center ai numeri 803164 (gratuito da rete fissa) e 06.164.164 (a pagamento in base al piano tariffario del proprio gestore telefonico), oppure rivolgersi alle sedi locali dell’Inail, dei patronati e delle associazioni delle casalinghe.