Toscana, 24 milioni per le imprese

foto-soldi

Due bandi per lo sviluppo delle aziende della Toscana: arrivano 24 milioni per le imprese

24 milioni per le imprese della Toscana: sono quelli che arrivano con due bandi dedicati a “Contributi per investimenti strategici e sperimentali” (dotazione di 14 milioni) e per il “Sostegno alle micro e Pmi per l’acquisizione di servizi per l’innovazione”. Vediamo alcuni elementi.

Si comincia con i 14 milioni del bando “Por Fesr 2014-2020, contributi alle imprese per investimenti strategici e sperimentali”. Si tratta di un bando rivolto a micro e Pmi, in forma aggregata o associata, del manifatturiero, turismo, commercio e terziario per l’acquisizione di servizi innovativi indicati nel “Catalogo regionale dei servizi avanzati e qualificati”, nei quali rientrano, tra l’altro, attività innovative di accompagnamento e consolidamento o industria 4.0. Le domande si possono presentare su sviluppo.toscana fino a esaurimento risorse.

La dotazione fiinanziaria complessiva è di 14 milioni di euro, 10 dei quali per il manifatturiero e 4 per il turismo e commercio.

Passiamo al bando su bando da 10 milioni e 400mila euro per il “Sostegno alle micro e Pmi per l’acquisizione di servizi per l’innovazione”. Anche questo bando si rivolge al mondo delle micro e delle Pmi, in forma singola o associata, del manifatturiero, turismo commercio e terziario, in particolare per incrementare l’attività di innovazione delle imprese, promuovere investimenti strategici in attività di collaborazione tra imprese ed organismi di ricerca mediante l’attivazione di contratti di ricerca per dottorati industriali, ricercatori a tempo determinato, assegni di ricerca, utilizzazione di laboratori di prove e test e di dimostratori tecnologici presenti nel repertorio regionale, incubazione nelle strutture riconosciute a livello regionale, accompagnamento e consolidamento di particolari categorie di imprese o di componenti di filiera di produzione o di ambiti tecnologici.

La dotazione finanziaria totale è di 10,4 milioni, 8 milioni dei quali per il manifatturiero e 2 milioni 400mila per i comparti turismo, commercio e attività terziarie. Una riserva di risorse pari al 10% della dotazione finanziaria è destinata alle imprese di nuova costituzione e start up innovative.

Le domande sono già aperte su sviluppo.toscana e chiuderanno a esaurimento risorse.

Per maggiori informazioni si può scrivere a supportobandoinnovazionea@sviluppo.toscana.it.

(A.F.)