Speed Mi Up supporta 11 nuove start up per promuovere l’innovazione in Italia

foto-Pasotti-Meomartini

Sono state presentate le nuove start-up che entreranno a far parte dell’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano

Dalla sartoria a una piattaforma per insegnare il calcio ai cinesi, dal food alla generazione sostenibile di energia, sono tantissime gli ambiti in cui sono nate le idee che si trasformeranno in aziende in Speed Mi Up.

“Per ogni euro investito in innovazione nel Comune di Milano abbiamo sperimentato un ritorno pari a 43 euro.” Un dato importante riportato da Cristina Tajani, assessora alle Politiche del lavoro del Comune di Milano, intervenuta alla presentazione delle nuove start-up di Speed Mi Up. L’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano a inizio febbraio ha infatti accolto 11 nuove start-up, le otto vincitrici dell’ultimo bando dell’incubatore e 3 vincitrici del bando sull’Economia circolare di Fondazione Bracco.
A partire dal giugno 2013, le imprese incubate nelle due sedi di via Gobbi, nel campus Bocconi, e di via Achille Papa, sono state 57, comprese le nuove 11. Tutte realtà che si sono distinte per innovatività, solidità e internazionalità.

Alberto Meomartini e Fausto Pasotti, rispettivamente presidente e direttore di Speed Mi Up, hanno fatto gli onori di casa ospitando i giovani che hanno avuto l’occasione di presentare brevemente il proprio progetto.
“Questo progetto” ha dichiarato Meomartini “è una infrastruttura ormai consolisata per la città, a disposizione delle imprese a partire dalle start-up. Abbiamo creato un luogo di dialogo tra istituzioni e università per aiutare la crescita delle idee d’impresa innovative, in particolare dei giovani. I risultati stanno premiando questo lavoro”.

A Milano il saldo delle imprese continua a essere positivo e le nuove aziende sono soprattutto guidate da giovani che inaugurano i business più disparati.
“Con 1.046 imprese attive” ha sottolineato Elena Vasco, segretario generale della Camera di Commercio di Milano, “Milano è la capitale italiana delle start-up innovative, la tipologia di imprese tecnologicamente più avanzate. La Camera di Commercio di Milano ha sempre guardato con interesse e fiducia al sistema degli incubatori e degli acceleratori di impresa del territorio a partire dallo stesso Speed mi Up, sostenendone lo sviluppo”.

Sono intervenuti alla presentazione delle nuove realtà che stanno facendo il loro ingresso in Speed Mi Up, alcuni rappresentanti di aziende che invece hanno terminato il loro percorso nell’incubatore, ricordando quanto esso può offrire: opportunità di confronto, di acquisizone di competenze, di networking…

Le nuove start up di Speed Mi Up

Dal food alle automobili, dall’alta sartoria alla sostenibilità, le nuove idee imprenditoriali che verranno supportate dall’incubatore milanese toccano tantissime tematiche diverse tra loro. Qui di seguito una breve presentazione di ciascuna di esse.

S.U.P.E.R.market mira a generare un sistema sostenibile: è l’idea di Giulia Minghetti, architetto che sogna di diventare… l’agri-tetto. Il suo è un progetto urbano e integrato di produzione-distribuzione di frutta e verdura tramite serre fotovoltaiche a coltivazione fuori suolo, installate sul tetto di super e ipermercati. L’impianto sarà in grado di produrre circa 65 tonnellate di frutta e verdura all’anno ogni 1000 mq, senza pesticidi e utilizzando quantità minori di acqua (circa l’80% in meno) e terra rispetto all’agricoltura convenzionale. Vincitore del premio Economia Circolare di Fondazione Bracco.

Carra.io sostituisce la concessionaria auto con servizi digitali e a domicilio. L’obiettivo dei fondatori Matteo Cesani e Andrea Cristini: rendere più smart ed efficienti le fasi di acquisto di un’auto usata e i servizi post vendita. Oltre a offrire prezzi competitivi e a farsi garante della transazione, Carra.io si occupa della relazione con i clienti; dei servizi di pre vendita prima quali valutazione e test drive (tutto a domicilio); delle pratiche documentali e dell’assistenza post vendita; gestisce tutto online e tramite mobile device, offrendo formule “soddisfatti o rimborsati”.

Solution è un generatore ecosostenibile di energia che produce elettricità dal processo di compostaggio della materia organica. L’energia elettrica ricavata può essere utilizzata per illuminare un cortile o un giardino esterno, oppure fare funzionare l’attrezzatura da giardinaggio. Il dispositivo è una piccola soluzione alternativa, dai costi ridotti, per la produzione di energia rinnovabile e sostenibile che permette al singolo di fare diretta esperienza sulla facilità e l’efficienza della generazione di energia da fonti rinnovabili, spesso impedita per via dei costi elevati delle soluzioni presenti sul mercato. Il progetto nasce nel 2015 da un’idea di Federico Merz che nel 2016 ha formato un team con Alessandro Turcato. Vincitore del premio Economia Circolare di Fondazione Bracco.

Forefront è uno spazio virtuale (da un’idea di Donatella Pisciella e Giuseppe Pisciella) dove i clienti da qualsiasi parte del mondo possono entrare in contatto con gli artigiani protagonisti dell’alta sartoria italiana. Funziona così: per prima cosa il cliente crea il suo clone, un corpo in 3D con le sue forme e le sue misure. Sceglie poi il capo, lo personalizza, lo indossa in un camerino virtuale, emette l’ordine: Forefront e i migliori sarti italiani fanno il resto. L’impiego della capacità pre-visiva della computer vision in un settore tradizionale come quello della manifattura artigianale consente di sopperire alla distanza tra artigiano e cliente. In questa Savile Row virtuale italiana, i clienti trovano i più autorevoli artigiani del lusso, personalizzano i capi, creano l’outfit perfetto. Gli artigiani hanno la possibilità di realizzare capi su misura per una clientela globale senza incontrarla fisicamente.

Geodeoponics costruisce soluzioni per l’urban farming. Obiettivo: creare cupole che diventino spazio di produzione alimentare e luoghi dove ridefinire il rapporto tra il cibo, l’ambiente, le persone. Le cupole combinano nello stesso impianto l’acquaponica, vale a dire un sistema di coltivazione di vegetali che accoppiando acquacoltura e coltivazione idroponica permette di produrre verdure e pesci a impatto zero con un consumo di acqua estremamente ridotto, e una struttura geodetica, ovvero costituita da elementi triangolari che si completano reciprocamente. Le cupole geodeoponiche, già sperimentate in due realtà agricole, diventano ecosistemi integrati negli spazi urbani ed abitativi. Il team è composto da Donato Gallo, Fabio Carbone, Thomas Marino, Damiano Avellino e Valerio Ciotola. Vincitore del premio Economia Circolare di Fondazione Bracco.

Assieme mira a rivoluzionare l’assistenza domiciliare attraverso la creazione di una nuova figura. Il Family Advisor garantisce servizi sanitari specifici e formazione day by day ad eventuali caregiver presenti nella casa del paziente. Disabili e anziani potranno così vivere in maniera dignitosa e indipendente nelle loro case, insieme agli affetti più cari. Se il Family Advisor rappresenta il core del servizio, garantendo assistenza medica e psicologica, Assieme prevede anche un network per la ricerca di un caregiver garantito, servizi di diagnostica in remoto e un servizio che promuove eventi di socializzazione per anziani e progetti per la loro integrazione sociale. La start up nasce dall’idea di Enrico Rizzo, Giulia De Maestri, Mario Tartaglione.

YSI è un innovativo servizio online di logistica e spedizione destinato ai clienti che nel mondo fanno shopping da e-commerce italiani. Il servizio consente all’utente estero di gestire con un click gli acquisti effettuati in più store, razionalizzando l’invio al proprio domicilio in un’unica e più conveniente spedizione internazionale. Grazie a questo progetto di Alessandro Fossati, il cliente risparmia, ha garanzia totale dell’originalità della merce made in Italy e contribuisce alla sostenibilità ambientale (meno spedizioni singole significa meno impatto sull’ambiente). YSI fidelizza ad acquisti multipli dall’Italia e favorisce tutti gli e-commerce nazionali, anche quelli non strutturati per le vendite oltre confine.

Zuquilegends aspira a divenire la principale piattaforma online-to-offline per l’educazione calcistica nel mercato cinese, offrendo agli appassionati di tutte le età la possibilità di partecipare a sessioni di training virtuale tenute da star del calcio italiano e internazionale. La piattaforma produrrà e distribuirà contenuti creativi e interattivi legati al calcio, interamente adattati alle esigenze e al gusto del consumatore cinese. La mission è trasformare la cultura del calcio in Cina, in un’era in cui società civile e governo hanno bisogno di supporto straniero per aumentare la competitività del calcio cinese sul piano internazionale. L’offerta includerà anche soccer camps, affinché l’offerta formativa garantisca il passaggio dal virtuale al reale. I fondatori, che hanno precedenti attività in Cina, sono l’uruguaiano Nicolas Santo e l’italiano Giovanni Lovisetti.

Starslider è un sistema di movimenti lineari e rotazionali per la produzione video, uno strumento di ripresa che prevede l’assistenza di un controllo remoto e un braccio robotico quale supporto per la movimentazione di oggetti. Grazie alla modularità e ai sistemi di accoppiamento plug & play, Starslider permette di creare fino a 30 configurazioni. Il sistema è controllabile da una app e permette la ripresa in modalità live action, time-lapse e preset registrando e salvando l’interpolazione dei movimenti fino a 5 punti. Economico e facile da usare sia in produzioni professionali che amatoriali, Starslider, ideato Giovanni Schirinzi, Gionata Fronduti, Marco Farmachidi, Michele Salamone, da mira ad elevare il livello qualitativo della produzione fotografica e video in maniera semplice e intuitiva.

TripGim è la soluzione per chi desidera stare in forma anche lontano da casa. L’idea è creare un grande network di palestre privo di ogni barriera all’accesso per i viaggiatori, con facilità di localizzazione del centro, nessun tipo di iscrizione, ingressi one-day o di brevissimo periodo. I fitness center si aprono così a chi oggi non è cliente. TripGim si propone come partner affidabile e strategico a sostegno del business di ogni palestra. L’idea nasce dall’esperienza dei due fondatori, Davide Presutti e Francesco Zambelli, che durante i periodi di soggiorno all’estero non hanno trovato una soluzione concreta al desiderio di allenarsi.

Nonna Milly nasce con l’obiettivo di rivisitare e valorizzare la tradizione gastronomica ligure. Il progetto punta ad esportare in un contesto cittadino la qualità del business di famiglia di uno dei soci, Andrea Dutto, un’attività gastronomica posseduta da oltre 30 anni e affermata in tutta la zona di Santa Margherita Ligure per qualità e genuinità dei prodotti, in particolare della pasta fresca. L’idea prevede l’apertura sequenziale di punti vendita diretta a Milano (e successivamente in altre città europee) in cui sviluppare parallelamente una doppia modalità di erogazione: pasti cucinati al momento secondo un modello di fast gastronomy e gastronomia tradizionale che dia continuità all’attività di Santa Margherita e qualifichi l’intera iniziativa. Gli altri membri del team sono Alessandro Cravero, Gianmatteo Franzoia, Achille Savinelli e Luca Barbetti.