Industria 4.0: a Catania decolla il ‘Digital Innovation Hub’

Per il vicepresidente vicario di Confindustria Catania, Biriaco si tratta di “un primo passo”, ma serve “un’onda d’urto” per abbattere il gap tecnologico e culturale

Al via a Catania il primo ‘Digital Innovation Hub’, una sede in cui le imprese potranno avere accesso alle informazioni, agli incentivi e alle tecnologie necessarie a digitalizzare le proprie attività. Il progetto, che punta a mobilitare investimenti per oltre 10 miliardi di euro, è il frutto dell’accordo sottoscritto tra Confindustria digitale, Comune e Confindustria Catania, in linea con il piano straordinario del governo Industria 4.0.

“La realizzazione della rete nazionale dei ‘Digital Innovation Hub’ rappresenta il centro della strategia con cui intendiamo tracciare la via italiana a Industria 4.0″, afferma il presidente di Confindustria digitale, Elio Catania. Il ‘Digital Innovation Hub’ dovrà diventare un “punto di riferimento” per aiutare concretamente le imprese siciliane a compiere i passaggi necessari per accedere alle nuove tecnologie, alle competenze e alle risorse. Si tratta di “una grande opportunità per avviare un processo di trasformazione competitiva dell’economia dell’isola, in cui l’innovazione diventa fattore di crescita, valorizzando e mettendo a sistema i molti talenti e le imprese di eccellenza già presenti sul territorio”.

Per il vicepresidente vicario di Confindustria Catania, Antonello Biriaco, l’accordo sottoscritto rappresenta “un primo passo verso un cambio di paradigma dell’economia e il nostro compito è quello di far comprendere anche alle piccole imprese che la trasformazione digitale è alla loro portata. Ma serve un’onda d’urto che coinvolga in modo trasversale soggetti pubblici e privati verso l’abbattimento del nostro gap tecnologico e culturale. Oggi abbiamo strumenti e capitale umano pronti a questa sfida. Non solo imprese big, ma anche eccellenze locali dell’agroalimentare, del settore chimico-farmaceutico, delle telecomunicazioni, sono pronte ad attivare sul territorio mezzo miliardo di euro di investimenti in buona parte rivolti all’innovazione 4.0”.