Donne, il 21% ha subito violenza

L’Istat certifica che sono oltre 8,3 milioni le donne sottomesse psicologicamente

Sono 4,5 milioni – pari al 21 per cento – le donne che hanno dovuto subire nel corso della propria vita atti sessuali degradanti e umilianti, rapporti non desiderati, percepiti come violenza, abusi o molestie fisiche sessuali gravi come stupri o tentati stupri. Lo certifica l’Istat, ricordando come la violenza sulle donne sia “un fenomeno ampio, diffuso e polimorfo”.

Parliamo di un milione e 157 mila donne che ha subito violenza nelle forme più gravi: dal tentato stupro (746 mila vittime) allo stupro (653 mila donne). E ancora: il 20,2 per cento delle donne tra i 16 e i 70 anni – circa 4,3 milioni – è stata vittima di violenza fisica, minacce, schiaffi, pugni, calci. Un crescendo che in una minoranza dei casi – l’1,5 per cento – ha portato a danni seri e permanenti, per strangolamento, ustione, soffocamento. Tra le mogli e le fidanzate vittime di violenza, il 37,6 per cento ha riportato ferite o lesioni e il 21,8 per cento soffre di dolori ricorrenti.

Le donne devono fronteggiare l’affermazione della forza fisica, ma anche subire, a vari livelli, forme di svalutazione e sottomissione e i segni più gravi non sono quelli che rimangono sul corpo ma quello riscontrabili a livello psichico: una su quattro ha difficoltà a concentrarsi e soffre di perdita di memoria. La violenza è accompagnata e spesso anticipata da vessazioni psicologiche, da uno stato di soggezione e vessazione, che riguarda quattro donne su dieci. Se il 31,5 per cento delle donne, quasi una donna su tre, ha subito nella propria vita una forma di violenza fisica o sessuale, la cosiddetta ‘asimmetria di potere’ può sfociare anche in gravi forme di svalorizzazione, limitazione, controllo fisico, psicologico ed economico. Il 40,4 per cento delle donne, oltre 8,3 milioni di donne, è stata vittima di violenza psicologica da parte del partner o dell’ex.

Dal report emerge che sono i partner e gli ex i principali autori della violenza di genere: il 13,6 per cento delle donne tra i 16 e 70 nel corso della propria vita è stata vittima delle loro violenze fisiche o sessuali. Di queste il 90,6 per cento ha dovuto subire rapporti sessuali indesiderati, il 79,6 per cento tentativi di strangolamento, soffocamento e ustione, il 77,8 per cento schiaffi, pugni, calci e morsi. E in moltissimi casi di violenze in  contesti familiari, neppure una gravidanza ferma il partner, anzi nel 7,5 per cento dei casi l’aspettare un bambino scatena l’ira dell’uomo.