Otto marzo tutto l’anno: edizione 2017

ottomarzotuttolanno

Anche quest’anno lo Sportello Donna promuove un programma di eventi per le donne. Lavoreremo intorno ai temi scelti dalla Commissione Europea per le donne, in particolare l’empowerment economico. Si tratta di un tema di grande attualità che ha un impatto molto forte nei paesi europei dal punto di vista economico e sociale e di tutela di diritti essenziali per la vita di tante donne, dei loro figli e delle loro famiglie

Per tutto l’anno allo Sportello Donna di Pavia in Via Mentana 51, ogni sabato mattina dalle 9,30 alle 13,è attivo uno Sportello di Ascolto per Donne e Uomini con una serie di specialiste/i della Scuola di Counselling Filosofico di Pavia diretta dal prof. Remo Pontremoli,per:attività di accoglienza, ascolto, assistenza in particolare a donne in fragilità economico e sociale, vittime di violenza, rifugiate e richiedenti asilo.
Pagina Facebook dell’evento https://www.facebook.com/events/383698255323979/

Per tutto l’anno lo Sportello Donna è aperto ogni mattina dalle 10 alle 13 per attività di Welfare condiviso:
Creazione di un incontro fra chi offre lavoro e chi cerca lavoro.
Badanti, baby-sitter referenziate (anche condivise, come le badanti di condominio), collaboratrici domestiche, segretarie on line, educatrici, operatrici sanitari, colf e assistenti sociali. Ma anche artigiane, sarte, svuota cantine, stiratrici, cuoche a domicilio,addetti all’acquisto e consegna di spesa e farmaci a domicilio. Ci sono anche pet e flower sitter, docenti di musicoterapia e arte terapia, fotoceramica, fisioterapiste,lezioni di inglese, russo, francese. Assistenza per i compiti e lezioni di latino, matematica,scienze e filosofia. Lezioni di chitarra, creazione di siti web e molto altro.
E’ un universo variegato di professionalità a disposizione delle famiglie e delle imprese di Pavia e Provincia attraverso un unico spazio di riferimento.
La pagina Facebook di riferimento è una base informativa attraverso la quale è possibile accedere a tutte le informazioni.
Tutti i cittadini, le famiglie, le imprese potranno acquistare i servizi direttamente.

A Sportello Donna sarà anche possibile organizzare l’erogazione in forma condivisa dei servizi: una o più baby sitter condivise tra più bimbi di uno stesso quartiere o scuola, assistenti familiari condivise tra abitanti di uno stesso condominio, servizi di welfare condivisi tra i lavoratori di un’azienda.
– Il Curriculum Assistito
Organizzazione di incontri finalizzati a migliorare le competenze dei cittadini e delle cittadine nella ricerca attiva del lavoro attraverso un utilizzo maggiormente efficace del proprio Curriculum Vitae.
Il curriculum è il principale strumento attraverso cui le aziende apprendono informazioni riguardo il candidato ed è fondamentale, dato il brevissimo tempo che i selezionatori in media dedicano alla sua analisi per crearsi un’idea del possibile nuovo collaboratore/ice,che sia veicolo di una comunicazione sintetica, precisa e tarata sulle caratteristiche del ricevente.
L’obiettivo è costruire un ponte tra le giovani donne e il lavoro, andando oltre il mito del posto fisso.
I seminari prendono lo spunto dall’ultimo lavoro di Biazzo, Nove Mosse per Il Futuro, che ha individuato in nove capitoli le principali caratteristiche da seguire per proporsi al meglio nel nuovo lavoro. Vale a dire l’atteggiamento mentale (il carattere), l’etica del lavoro, la pari dignità tra lavoro manuale e lavoro intellettuale, trovare lavoro con metodo e senza improvvisazione, il giusto valore del titolo di studio, sentirsi cittadini e cittadine del mondo, la scelta del lavoro autonomo, le opportunità dei settori e delle professioni in crescita oltre ad una caratteristica pubblica, ossia cosa chiedere alla politica per creare un contesto favorevole al nuovo mondo del lavoro e ai giovani.

Per tutto l’anno a Sportello Donna a Pavia in Via Mentana 51 è aperto il Baby PIT STOP BABY PIT STOP, servizi per bambine e bambini
Per le mamme e i papà: siete in giro per Pavia per shopping, per lavoro o per visitare la città e avete bisogno di uno spazio per accogliere i nostri bambini/e, per cambiare il pannolino, per nutrirli o allattarli? Vi aspettiamo allo Sportello Donna, a Pavia in Via Mentana 51. Potrete utilizzare uno spazio adeguato per allattare, un fasciatoio e una piccola cucina.
Sempre aperto al mattino dalle 9 alle 13.

– Per tutto l’anno a Sportello Donna è attivo un servizio di consulenza per aspiranti imprenditrici.”Non cercare il lavoro, crealo”

Progetto la PANCHINA ROSSA

“La Panchina rossa “è un percorso di sensibilizzazione e di informazione lanciato dagli Stati Generali delle Donne e rivolto ai Comuni, alle associazioni, alle scuole e alle imprese di tutta Italia.In Ottomarzotuttol’anno2017proponiamo di installare una panchina rossa in ogni Comune della provincia di Pavia, come monito contro la violenza sulle donne e in favore di una cultura di parità. Ai Comuni italiani si chiede di trovare una location significativa, magari centrale oppure con un senso speciale per il Comune di riferimento, dove mettere una panchina verniciata di rosso. Colore che ormai si riferisce pienamente ad ogni campagna di sensibilizzazione contro i femminicidi e in favore delle pari opportunità. Il progetto “La Panchina rossa”che è stato lanciato proprio in vista del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulla donne deve essere diffuso in ogni giorno dell’anno. Sono decine e decine i Comuni che hanno risposto al progetto “La Panchina rossa”. La prima panchina è stata posata nella piazza di Lomello, in provincia di Pavia, il 18 settembre scorso. Nelle settimane successive molte altre ne sono state installate, così come è in programma in molte zone d’Italia. Oltre a rappresentare un “monumento” civile di significato immediato, la panchina rossa ha anche il valore aggiunto di coinvolgere, spesso, anche i più giovani: in alcuni Comuni si è chiesto ai giovani writers di dipingere la panchina.
Progetto Donne che ce l’hanno fatta
Anche per il 2017 sono previste alcune edizioni del Premio.
“Donne che ce l’hanno fatta” è un importante riconoscimento a donne intraprendenti, decise, piene di iniziativa, che hanno rotto il tetto di cristallo, stanno resistendo e ce l’hanno fatta a sopravvivere alla crisi e a raggiungere posizioni apicali nelle loro carriere. Ci vuole coraggio a prendere in mano la propria biografia.
Donne che ce l’hanno fatta raccontano le loro esperienze professionali e di vita,in un confronto di generazioni .
Racconti diversi ma con un filo comune: il credere in se stesse ,l’entusiasmo a continuare, l’apprendimento continuo per rimettere in gioco non solo il proprio sapere, ma anche la propria vita.