Festival dell’Economia di Trento: focus sulla salute

Festival Economia

L’evento per l’edizione 2017 riporterà al centro del dibattito politico, scientifico e sociale l’equità nelle cure come fattore indispensabile per un’evoluzione positiva della società, individuando i migliori interventi multidisciplinari volti a promuoverla

Dal 1° al 4 Giugno 2017 Trento ospiterà la dodicesima edizione del Festival dell’Economia, un appuntamento internazionale etico scientifico che dall’inizio della sua realizzazione si è configurato come una pluralità di voci per costruire percorsi che hanno portato cambiamenti sostanziali nella vita quotidiana delle persone.
Migliaia le presenze in ogni edizione e quest’anno si prospetta un’affluenza altrettanto se non più copiosa data la rilevanza del tema che sarà oggetto del Festival: la Salute Diseguale.

La presentazione ufficiale di questa edizione si è svolta a Roma il 27 Aprile 2017, alla presenza delle rappresentanze degli enti promotori, Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento, Università degli Studi di Trento e del suo Direttore scientifico nonché Presidente dell’Inps, Tito Boeri.

La salute è un aspetto fondamentale dell’esistenza che presenta, come ha sottolineato Boeri, differenze tra gli individui più marcate di quelle di reddito. L’accesso alle cure, la conoscenza dei propri diritti e dei percorsi sanitari, il riconoscimento di malattie e delle loro necessità, l’adattamento della medicina alle condizioni peculiari di categorie di pazienti devono riconoscere un’uguaglianza di opportunità che consenta a tutti di condurre una vita il più possibile sana ed arrivare ad un invecchiamento attivo.
Boeri ha messo l’accento sull’“educazione alla salute” come fulcro per arrivare ad una “migliore conoscenza dei rischi per la salute e delle possibilità di cure che, oltre a favorire una vita più sana, porterebbe ad evitare fenomeni di malati silenti o di malati scoraggiati che non utilizzano al meglio le cure e le prestazioni sanitarie disponibili perché poco informati”.
In tutto questo l’Economia e gli Economisti hanno il ruolo fondamentale di studiare quali strategie finanziarie possano creare scambi favorevoli tra domanda ed offerta, quali finanziamenti adottare e come attirare investitori, come sgravare da spese sia gli Stati che gli utenti. Attraverso il dialogo tra esperti in campo economico, professionisti della Sanità, Ricercatori, Istituzioni è possibile evolvere verso quell’equità che significa da una parte accessibilità e dall’altra adattabilità alle diverse esigenze di cura.

Il Rettore dell’Università degli Studi di Trento, Paolo Collini, ha ben definito il legame tra economia e salute dei cittadini: “Se migliora lo stato dell’economia, migliora anche la salute dei cittadini. Il Festival dell’Economia ci permette di riflettere su questo rapporto biunivoco e sulle sue possibili diramazioni che coinvolgono fattori ambientali e sociali. Attraverso l’azione sui fattori di contesto e una mirata attività di redistribuzione delle risorse e dei servizi socio-sanitari, le istituzioni pubbliche possono contribuire a ridurre le differenze tra gli individui e a orientarli verso scelte di vita più oculate”.
Gli strumenti che vengono in aiuto in questo percorso sono: il confronto costante e costruttivo tra i diversi sistemi economici e sanitari dei vari Paesi per migliorare dove occorre; la ricerca scientifica come punto di partenza imprescindibile per arrivare a soluzioni; le nuove tecnologie che trasformano l’assistenza al malato: il modo stesso di vivere la malattia; le abilità mediche.

Un’altra domanda che cercherà risposte nel dibattito del Festival è: “come agire su quelle caratteristiche della popolazione che influenzano la sua salute?”. Verranno analizzate le differenze d’istruzione, professionali, reddituali e sociali che sono strettamente legate al livello di benessere individuale.

Il Festival porterà all’attenzione della Comunità scientifica anche due nuove frontiere della medicina: la medicina di genere e quella che segue il fenomeno migratorio. Due condizioni che sempre più richiedono specificità, inclusione nel sistema sanitario e investimento.

Nelle quattro giornate di manifestazione si svolgeranno conferenze, forum, proiezioni cinematografiche e proposte teatrali inerenti i temi del Festival, il Concorso EconoMia dedicato ai giovani e realizzato in collaborazione con il MIUR, l’Associazione europea per l’Educazione Economica, il Dipartimento della Conoscenza della Provincia autonoma di Trento e l’Istituto Tecnico “Bodoni” di Parma.

Festival Economia
Interverranno ospiti di rilievo internazionale come i due Premi Nobel per l’Economia Alvin E. Roth e Jean Tirole; Michael Marmot, Professore di Epidemiologia all’University College of London e Presidente della World Medical Association; Nemat Shafik, la prima donna dirigente della London School of Economics and Political; Gino Strada, Fondatore di Emergency e i nostri rappresentanti istituzionali Beatrice Lorenzin, Ministra della Salute, Pier Carlo Padoan, Ministro dell’Economia e Laura Boldrini, Presidente della Camera dei Deputati.

Il Festival interesserà tutta la città di Trento con iniziative nelle piazze e nelle strade per tutte le età, unendo l’aspetto informativo e istruttivo a quello ludico e aggregativo.
Nelle parole del Sindaco di Trento, Alessandro Andreatta, l’obiettivo da raggiungere: “dal Festival ci aspettiamo le indicazioni per chiarirci le idee, imboccare la direzione giusta, costruire una politica che sappia garantire qualità delle cure, efficienza e dunque uso oculato delle risorse a disposizione e, non da ultimo, la consapevolezza che la salute molto spesso è una scelta e non un destino già scritto”.

L’Anteprima della manifestazione si svolgerà a Torino il 21 Maggio 2017.