Investor Day Luiss Enlabs

luiss-enlabs

Le migliori 5 start-up uscenti dall’acceleratore Luiss Enlabs

L’11 maggio nella sede di Luiss EnLabs si è svolto l’Investor Day, la giornata di incontro tra start-up e investitori che conclude il ciclo di accelerazione, un percorso di 5 mesi durante il quale le start-up si sono concentrate sulla crescita del progetto e il lancio del prodotto sul mercato per raccogliere i primi ricavi.

Dal 2013 Luiss EnLabs ha valutato oltre 3.000 progetti internazionali, supportato la crescita di 45 start-up che hanno raccolto, attraverso LVenture Group, investimenti per oltre 28 milioni di euro. Grazie all’efficacia del lavoro e al network di investitori, business angels e corporate, 9 start-up su 10 presentate durante gli Investor Day chiudono con successo il programma di accelerazione per raggiungere l’obiettivo di raccogliere un successivo round di investimento.

Un intenso lavoro per Big Profiles, 2Hire, Playwood, DiveCircle e Medyx, le migliori start-up introdotte da Augusto Coppola, managing director dei programmi di accelerazione di Luiss Enlabs, e presentate ad un pubblico di investitori, business angel, aziende e stampa.
Le start-up suddette operano nei settori Big Data.Vediamole:
Big Profiles, con la sua finalità di aumentare la sicurezza informatica per i propri clienti, ha partecipato al programma Security Challenge, lanciato con Cisco, InfoCert e NTT Data, un servizio di customer intelligence che aggrega informazioni da fonti diverse su una specifica persona.
Big Profiles fornisce Customer Base Analytics e predizioni di comportamenti incrementando la redemption delle campagne di vendita di un’azienda multinazionale del 30%.
2Hire si occupa di mobilità sostenibile: dispone di un controllo a distanza e di sorveglianza su ogni veicolo grazie a una App.
Si occupa di turismo invece DiveCircle, che si rivolge agli appassionati del diving e di manifattura 4.0 PlayWood, un sistema d’arredo innovativo. Le start-up considerano anche la E-Health: in questo caso si tratta di Medyx, un servizio di alert per l’assunzione di farmaci.

Gli incentivi del Piano Industria 4.0

Mattia Corbetta della Direzione Generale per la Politica Industriale del Ministero dello Sviluppo Economico, presente in qualità di ospite all’incontro, ha parlato del Piano Industria 4.0 e delle numerose possibilità, incentivi e opportunità di investimento collegate. In particolare ha parlato di incentivi fiscali, piani individuali di risparmio e norme sulle imprese di nuova costituzione, che possono detrarre fiscalmente i primi tre anni di attività.
Un pacchetto interessante che entra a far parte della legge di bilancio riguarda gli incentivi fiscali alle start-up innovative, che rappresentano in Italia il 30% delle 7.000 costituite. Le start-up innovative, come abbiamo più volte scritto sul nostro giornale e detto durante gli eventi da noi organizzati, sono esonerate da una serie di balzelli e possono accedere ai fondi di garanzia di accesso al credito in modalità semplificata e gratuita.
Il 55% delle start-up si concentra al Nord, ma hanno maggior rilevanza in particolare quelle di Roma, della Lombardia e della Campania.