Sanit 2017: focus sulla prevenzione

locandina Sanit cardio race

Il Salone della salute e del benessere quest’anno ha messo l’accento sulla prevenzione come primo passo nella lotta alle malattie e si è rivolto soprattutto ai più giovani

Al Sanit, la manifestazione dedicata alla promozione della salute e del benessere, la parola d’ordine è “prevenzione”: la prima e più importante arma contro le malattie.
La XIX edizione del Salone della salute e del benessere si è svolta a Roma a fine ottobre ed ha visto il Guido Reni District trasformarsi in un unico grande laboratorio medico, dove sono stati effettuati più di 6.000 controlli gratuiti. Elettrocardiogramma, ecoscopia, esami per colesterolo e glicemia, ecografie, controlli ortopedici, visite reumatologiche, immunologiche, di medicina generale, dermatologiche, di chirurgia plastica, per la prevenzione del melanoma, del tumore al seno, della patologia tiroidea, per il calcolo del rischio cardiovascolare sono stati a disposizione della cittadinanza e hanno consentito, nelle giornate dell’evento, di verificare il proprio stato di salute e di individuare situazioni a rischio di cui una ha richiesto l’immediato ricovero ospedaliero.

Molte sono state anche le iniziative informative su malattie rare, stili di vita corretti, cucina sana e sui rischi cui maggiormente possono andare incontro i più giovani, come le dipendenze, sulle quali è stato proposto un convegno molto seguito proprio dai ragazzi. È verso questi ultimi che si rivolgono le attenzioni maggiori per far sì che la cultura della prevenzione e dell’attenzione alla salute prenda piede fin dalle generazioni più giovani.

La Sanit cardio race

L’evento conclusivo del Sanit è stata la Sanit Cardio Race, gara giunta alla terza edizione divisa in due percorsi: uno di corsa vera e propria inserita tra le gare ufficiali della Federazione Italiana di Atletica Leggera, l’altro di passeggiata aperta anche ai bambini.
La Cardio Race, che quest’anno ha moltiplicato il numero dei partecipanti, si configura come simbolo di sensibilizzazione per la prevenzione cardiovascolare e il contrasto alla morte cardiaca improvvisa, la quota d’iscrizione infatti ha sostenuto le attività del Dipartimento di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera Policlinico Umberto I.

Non a caso durante il Sanit c’è stata particolare attenzione alla salute del cuore dei ragazzi. In 800 delle scuole superiori romane sono stati sottoposti a visita, riscontrando 4 casi di sospetta malformazione congenita, indirizzati subito ad approfondimenti diagnostici.

I progressi nelle cure sono fondamentali nella lotta alle malattie, ma una corretta attenzione alla conservazione della salute in condizioni di benessere con controlli periodici e abitudini sane è il primo passo da fare e dipende soprattutto da noi. Il Sanit si propone di far acquisire alla popolazione questa consapevolezza ed offre i mezzi per compiere questo passo verso una difesa attiva della propria salute. Appuntamento al prossimo anno.