La straordinaria metamorfosi dell’email marketing

Email marketing

Artefice della straordinaria nuova metamorfosi di questo strumento è il machine learning (o marketing automation) che ha trasformato le email da potenti strumenti di comunicazione a efficaci ed incisivi strumenti di conoscenza del comportamento umano

L’e-mail marketing è un tipo di marketing diretto che usa la posta elettronica come mezzo per comunicare messaggi, commerciali e non, ad un pubblico. In senso lato, qualunque e-mail inviata a un cliente (o cliente potenziale), può essere considerata un’azione di e-mail marketing. Solitamente però si usa questo termine per riferirsi all’invio di messaggi email per acquisire nuovi clienti, fidelizzarne altri, o convincere quelli precedenti ad acquistare qualcosa (call to action). L’attività pubblicitaria online basata sull’invio di un messaggio pubblicitario tramite email verso una lista preselezionata di utenti è chiamata Direct Email Marketing (o Direct E-Mailing, in acronimo DEM). In Italia vengono ricevuti circa 900 milioni di messaggi di posta elettronica al giorno, circa 30 per ogni utente Internet ( Fonte : “Come fare campagne e-amil marketing e Report” in MagNews – 06/2017 ).
Negli ultimi anni si è posta una sempre maggiore attenzione all’integrazione dell’e-mail marketing con altri sistemi di gestione (es. CRM) e di comunicazione (es. social media). L’evoluzione negli anni recenti si è invece concentrata sempre più sulla qualità del contatto (profilazione delle utenze, cura della customer satisfaction), rispetto agli invii massivi di posta che avevano caratterizzato l’e-mail marketing degli esordi. L’utilizzo sovrabbondante di comunicazioni elettroniche da parte delle società commerciali, ha causato fenomeni di rigetto da parte degli utenti, tanto da aumentare in modo significativo i fenomeni di posta indesiderata (spam).spam
Già in passato ci siamo occupati di e-mail marketing, e da tempo lo abbiamo promosso e considerato come uno dei migliori e più efficaci strumenti in dotazione al web marketing. Certamente quello che sta avvenendo negli ultimi mesi, rende questo strumento – anche secondo le previsioni di GetResponse – estremanete innovativo e attraente e degno di grande e rinnnovata attenzione perché oggi più di ieri è capace di portare grandi risultati commerciali nelle azioni di web marketing.
Artefice di questa straordinaria nuova metamorfosi di questo strumento è il machine learning ( o marketing automation ) che ha trasformato le email da potenti strumenti di comunicazione a efficaci ed incisivi strumenti di conoscenza del comportamento umano.
Lo sviluppo delle tecnologie del machine learning (apprendimento automatico) consente infatti di trasformare le vecchie email in innovativi strumenti di comunicazione con il consumatore estremamente efficaci. L’apprendimento automatico consente infatti di  registrare i dati di navigazione degli utenti, stabilendo ad esempio quali pagine dei siti sono state visitate e per quanto tempo dopo il ricevimento di una e-mail promozionale. Così, i software della marketing automation permettono di registrare i comportamenti dell’utente sulle pagine aziendali e di dedurre gusti e intenzioni dei consumatori in base ai comportamenti da loro attuati. Per ogni navigatore viene creata una scheda in cui sono riportati dati come indirizzo IP, nome e cognome, indirizzo email, pagine visitate e altro ancora. Grazie all’automazione si possono conoscere uno per uno i possibili clienti ed è proprio questa conoscenza che permette di mettere in campo una comunicazione che rifletta i desideri e il livello di interesse dei lead.

Infatti, sulla base delle informazioni – acquisite e registrate – è possibile creare una strategia di invio di email (workflow) che vada a esercitare il giusto tipo di stimolazione  all’acquisto  non risultando fastidioso, proprio perché riflette i desideri e il grado di coinvolgimento dei lead.
Su questa scia, l’email è lo strumento di comunicazione migliore per inviare messaggi personalizzati e pertinenti che possano favorire le conversioni all’acquisto. Il rapporto clienti/brand potrà essere nutrito proprio grazie a contenuti personalizzati che l’utente riceverà nella sua casella di posta elettronica. L’e-mail quindi permetterà di mettere in campo una comunicazione personalizzata altamente efficace che nel prossimo anno,
secondo le stime, porterà i maggiori risultati alle imprese che utilizzeranno questi sistemi di marketing automation applicati alla comunicazione via e-mail. Siamo dunque di fronte ad una rivoluzione copernicana che semplifica i processi degli operatori di web marketing e consente di instaurare e coltivare una relazione di grande qualità con i clienti potenziali e attuali , ma che al contempo ci deve far riflettere sulla reale libertà presente nelle nostre scelte condizionate da una simile divoleria. Il rischio è quello di vivere in un cibernetico “Truman Show” in cui stimoli e risposte sono costantemente analizzati, codificati, registrati, costruiti e ri-costruiti ad hoc.