Resto al Sud

Resto al Sud

Al via ‘Resto al sud’, il programma promosso dal Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno che prevede agevolazioni per gli under 35 che vogliono avviare un’attività imprenditoriale

Si chiama Resto al Sud ed è nata con l’obiettivo di sostenere la nascita di nuove aziende che riguardano la produzione di beni e servizi nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, spesso vittime della cosiddetta fuga di cervelli. La misura, gestita da Invitalia, ha una dotazione economica complessiva di 1.250 milioni di euro, ma esclude dal finanziamento tutte le attività libero professionali e il commercio.
Le agevolazioni coprono il 100% delle spese e prevedono il contributo a fondo perduto e un finanziamento bancario che deve essere restituito in 8 anni, di cui 2 di preammortamento.

A chi è rivolto
Possono partecipare al bando ‘Resto al Sud’ tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che sono residenti in una delle regioni citate o che trasferiscano la propria residenza dopo la comunicazione di esito positivo. Clausola fondamentale è quella di non avere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento e di non essere titolari di altra attività d’impresa.
La richiesta può essere avanzata anche da società, cooperative e ditte individuali costituite successivamente al 21 giugno 2017 o team che si costituiscono entro 60 giorni (o 120 se residenti all’estero) dopo l’esito positivo della valutazione.
Ogni soggetto può ricevere fino a 50mila euro (35% a fondo perduto, 65% rimborsabile in otto anni), mentre più soggetti fino a un valore di spesa massimo di 200mila euro.

Cosa finanzia
‘Resto al Sud’ finanzia interventi per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, impianti, attrezzature, macchinari, nuovi programmi informatici e servizi TLC (tecnologie per l’informazione e la telecomunicazione) e altre spese utili all’avvio dell’attività. Non sono ammissibili gli importi di progettazione, le consulenze e il costo del personale dipendente.

È già possibile presentare le domande.

Per la modulistica, clicca qui

Informazioni
Per la Calabria maggiori informazioni allo 0965.330853/57 o scrivendo a confcommercio.reggiocalabria@gmail.com. Lo sportello informativo si trova in via Zecca 7, Reggio Calabria.