Biodiversità e agricoltura

Biodiversità

Aperto il Biodiversity barcamp tour, un laboratorio itinerante organizzato dal CREA e dal Mipaaf per diffondere la cultura della biodiversità anche ad imprenditori e professionisti

La biodiversità è un valore che deve coinvolgere il mondo dell’impresa e del lavoro e deve rappresentare una risorsa per l’agricoltura. Su questa base si è varata l’iniziativa Biodiversity Barcamp Tour nata nell’ambito del XII Convegno nazionale sulla biodiversità che si terrà presso l’Università di Teramo dal 13 al 15 giugno 2018.
Il laboratorio itinerante intende coinvolgere in maniera proattiva sia i diretti portatori di interesse sia un pubblico più ampio. Si tratta di un tour di 5 eventi territoriali di avvicinamento al tema della biodiversità. Il primo si è tenuto l’8 marzo a Pontecagnano (Salerno) e il titolo è stato: “Risorse genetiche vegetali: opportunità per l’agricoltura, il miglioramento genetico, l’ambiente, la salute e l’economia”.
Molti gli enti coinvolti per questo primo appuntamento, a partire dal Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) Orticoltura e Florovivaismo in collaborazione con Regione Campania, ARCA 2010, Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Università degli Studi di Salerno, CNR, Società Italiana di Agronomia (SIA), Società Italiana di Ortoflorifrutticoltura (SOI), Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA).

L’intera iniziativa è stata organizzata dal Crea in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole, alimentare e forestali e con altre istituzioni (università, enti di ricerca, enti locali) perché – come ha affermato il prof. Michele Pisante, presidente del Comitato scientifico e membro del CdA del Crea – la biodiversità rappresenta una tematica di valore ed attualità, per le molteplici ricadute sulla qualità della vita quotidiana e del benessere sociale. “Promuovere il costante approfondimento delle conoscenze basate sulle conquiste della ricerca e del progresso scientifico, anche nelle forme organizzative itineranti e innovative dei Biodiversity Barcamp, rappresenta uno degli aspetti inclusivi e qualificanti in preparazione del XII Convegno Nazionale della Biodiversità.”

Lo scopo dell’evento – spiega il Crea – è quello di pianificare, attraverso un’ampia discussione, strategie efficaci e condivise per:

  • l’integrazione degli interventi legislativi a livello nazionale e locale, nell’ambito del quadro europeo;
  • la gestione coordinata ed efficiente delle azioni volte al reperimento, conservazione e distribuzione delle risorse genetiche, nel rispetto degli standard internazionali;
  • l’accesso semplice e regolamentato delle risorse genetiche in agricoltura, nella ricerca scientifica, nel miglioramento genetico;
  • l’implementazione delle nuove conoscenze scientifiche e tecnologiche.

I prossimi appuntamenti del Biodiversity Barcamp sono previsti nei seguenti giorni e nelle seguenti località:

24 Aprile, Palermo, “Servizi eco-sistemici e pratica irrigua: economia e ecologia a confronto”, realizzato dal CREA Politiche e Bioeconomia;

7 Maggio, Nocera Umbra (PG), “Società, natura e biodiversità: strumenti per una tutela condivisa”, promosso da Rete Rurale Nazionale, CREA Politiche e Bio-economia, MIPAAF;

15 maggio, Lodi, “Salvaguardia, conservazione e uso sostenibile delle risorse genetiche animali e dei sistemi acquatici”, a cura di CREA Zootecnia e Acquacoltura;

21 maggio, Roma, “La biodiversità, la varietà della dieta e la risposta dell’organismo: un approccio di sistema per tutelare la salute lungo l’intero arco della vita”, realizzato dal CREA Alimenti e Nutrizione in cooperazione con Neuromed.