Mise: 10 progetti operativi per Roma Capitale

startup

Sono stati presentati al Ministero dello Sviluppo Economico 10 progetti operativi per Roma Capitale

Presenti all’iniziativa, come si legge in un comunicato stampa, il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il Ministro dell’Interno Marco Minniti, il Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del turismo Dario Franceschini, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti, il Ministro per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione Maria Anna Madia, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Vice Sindaco di Roma Luca Bergamo.
I 10 progetti fanno parte dei 19 che il Tavolo interistituzionale per Roma aveva definito nella riunione del 23 novembre. I progetti presentati si sviluppano su 5 pilastri per il rilancio produttivo della città: competitività e innovazione; energia e mobilità sostenibile; turismo; riqualificazione urbana ed una serie di interventi settoriali per favorire produzione e lavoro.

I progetti siglati prevedono, fra le altre azioni:

• Supporto alle aziende localizzate a Roma: istituzione di uno Sportello unico aperto alle imprese del territorio, a investitori e agli enti locali per semplificare i processi amministrativi, contribuire alla risoluzione delle problematiche attinenti l’attività produttiva e le condizioni di lavoro, supportare gli investimenti produttivi tramite il coordinamento degli strumenti agevolativi nazionali e regionali. Accanto a questo la sigla del Protocollo per il Sito di Interesse Nazionale Bacino del fiume Sacco, con una cabina di regia che si occuperà di accelerare l’attuazione dei procedimenti di bonifica, garantire lo sviluppo di attività economiche sostenibili dal punto di vista ambientale e consolidare i settori presenti (chimico–farmaceutico; automotive, meccanica e meccatronica), assicurare il rilancio dell’occupazione e attrarre nuovi investimenti;

• Sicurezza: sigla del Protocollo video- sorveglianza per permetterà di accrescere la sicurezza del territorio attraverso l’aumento dell’efficacia dei controlli effettuati con l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza di proprietà pubblica e privata, grazie a un censimento geolocalizzato di oltre 7200 telecamere rispetto alle circa 1300 precedentemente note alle Forze dell’Ordine;

• Hub Scienze della Vita: creazione di un polo di eccellenza internazionale nel settore della ricerca biomedica (clinica, pre-clinica e traslazionale) e delle terapie innovative, per rafforzare l’ecosistema imprenditoriale e attrarre investimenti su tutta la filiera, con un investimento disponibile fino a 97 milioni;

• Efficientamento energetico: oltre 200 milioni di Fondi Prepac nazionali a cui potranno attingere le Amministrazioni Pubbliche Centrali per la riqualificazione energetica delle proprie sedi;
• Accesso al credito: creazione di una sezione dedicata del Fondo Centrale di Garanzia pari a 10 milioni a supporto dei portafogli di finanziamento per iniziative imprenditoriali a Roma;

• Innovazione, ricerca e start-up: coordinamento delle risorse di competenza della Regione Lazio e del Ministero relativi ai Fondi di venture capital e alle nuove imprese per contribuire all’avvio di progetti imprenditoriali innovativi, con una disponibilità fino a 258 milioni di euro;

• Industria creativa: sostegno allo sviluppo del mercato internazionale audiovisivo (MIA); valorizzazione del Festival del Cinema tramite attività collaterali che coinvolgano la filiera; supporto a Maker Faire per rilanciare la fiera in ottica impresa 4.0; sostegno finanziario al primo evento B2B dedicato al settore del videogame, favorendo l’incontro tra istituzioni e mondo degli sviluppatori e degli editori. Per un totale di oltre 4 milioni di euro;

• Turismo e beni culturali: finanziamento di 650 mila euro per il Convention Bureau finalizzato a attività promozionali all’estero di Roma come location per grandi eventi e attività di incoming di investitori in collaborazione con Agenzia ICE, per incrementare la qualità del turismo su Roma puntando su quello ad alto valore aggiunto, elevata spesa pro-capite e congressuale. Al fine di valorizzare e differenziare l’offerta turistica di Roma Capitale, verranno inoltre finanziati progetti innovativi di ricerca che integrino nel patrimonio culturale l’utilizzo di tecnologie e servizi 4.0 (es. realtà aumentata e virtuale).