Nelle Marche una Camera di Commercio unica regionale

foto-categorie-economiche

Un interlocutore forte tra imprese e istituzioni per valorizzare il sistema produttivo marchigiano

Sottoscritto dalle associazioni di categoria e confederazioni delle Marche un accordo per la costituzione della Camera di Commercio unica regionale che vede in sinergia Confindustria, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri. Un apparentamento che avverrà entro il 2018 e che sancisce una svolta per il comparto produttivo del territorio.
Gino Sabatini – espressione di Cna – sarà Presidente e Salvatore Giordano – da Confindustria – ricoprirà la carica di vicepresidente.
Il nuovo organismo sarà una delle Camere di Commercio più grandi d’Italia, punto di riferimento per le 170 mila imprese marchigiane iscritte all’ente camerale.

Che cosa significa per le imprese marchigiane?
“Oggi il mondo imprenditoriale si è messo in discussione” ha affermato Gino Sabatini. “La Camera Unica di rappresentanza deve essere un interlocutore forte con le istituzioni, con la politica, con il sistema bancario e con il sistema dell’internazionalizzazione. È una decisione che fa compiere un salto in avanti a tutto il sistema delle imprese e all’economia delle Marche, per un assetto più razionale e in grado di rispondere al meglio alle sfide dei nostri tempi, finalizzando le risorse al perseguimento di obiettivi strategici di promozione territoriale condivisi e finalizzati a un unico disegno strategico regionale”.

La Camera di Commercio Unica che sta prendendo forma avrà una Giunta composta da 8 membri e un Consiglio camerale composto da 33 componenti, espressioni delle associazioni di categoria Confindustria, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Copagri. Nel Consiglio saranno presenti anche rappresentanti della Cooperazione, Banche, Assicurazioni, Sindacati, Consumatori e Professionisti.
Sono inoltre previste tre Aziende Speciali: una per la Moda che avrà sede a Macerata, una Azienda per l’Agroalimentare con sede a San Benedetto del Tronto e una per la Meccanica e arredo a Pesaro. Accordo tra le associazioni di categoria anche sulla “governance” delle Aziende Speciali, che sarà formata in ogni Azienda da cinque esponenti delle associazioni che hanno sottoscritto il Patto, in rappresentanza dei settori economici interessati.

“La nuova governance della Camera di Commercio unica” ha concluso Sabatini “avrà il compito di perseguire una sempre maggiore sinergia con la Regione, le associazioni di categoria, le forze sociali, le università marchigiane, i centri di ricerca, il mondo del credito e della formazione per valorizzare e promuovere il sistema produttivo, i territori e l’economia marchigiana”.