Festival del lavoro 2018

Festival del lavoro 2018

Dal 28 al 30 giugno a Milano si terrà il Festival del lavoro, per i giovani in cerca di occupazione e per i lavoratori. Si parlerà anche di lavoro autonomo, equo compenso, flessibilità in entrata e in uscita, lavoro femminile

Il Festival del lavoro si terrà presso il Mi.Co. (Milano Congressi, P.le Carlo Magno 1) dal 28 al 30 giugno 2018. Si tratta della IX edizione della manifestazione organizzata dai Consulenti del Lavoro (Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro e Fondazione Studi) nato con l’intento di promuovere interventi concreti per la crescita del Paese, partendo appunto dal lavoro.
Alla tre giorni milanese parteciperanno i rappresentanti del nuovo Governo, professionisti, accademici, esperti di diritto del lavoro ma soprattutto cittadini e giovani in cerca di lavoro.
Sarà in questa occasione infatti che gli inoccupati e i disoccupati potranno approfittare degli “open day” del lavoro, compilando i test delle competenze: poche domande per scoprire se si è pronti ad affrontare il mercato del lavoro e migliorare le proprie competenze, scoprendo – tra l’altro – se il lavoro di squadra, la creatività e il pragmatismo sono tra i propri punti di forza.
A disposizione di chi compilerà il questionario ci saranno i Consulenti del lavoro, che analizzeranno le “soft skills” e daranno un supporto per orientarsi nel mondo del lavoro a chi è in cerca di prima occupazione. Ci saranno difatti anche momenti di orientamento nel corso del Festival del lavoro: grazie alla partnership con Eggup, start-up che ha sviluppato un software innovativo per facilitare l’incontro fra domanda e offerta di talenti.
La valutazione del test – assolutamente gratuito – permetterà di elaborare un profilo professionale del candidato da allegare al curriculum. Per partecipare al test è necessario iscriversi, gratuitamente, al Festival del Lavoro sul sito ufficiale e, dopo aver ricevuto il voucher per accedere alla manifestazione, completare la prenotazione al seguente link. Qui si potrà scegliere il giorno e la fascia oraria in cui effettuare il test utilizzando le postazioni predisposte all’interno di uno spazio dedicato e denominato “Isola delle politiche attive”.

Eventi in calendario

Fanno parte degli “Open day” anche eventi dedicati alla formazione e all’inserimento nel mondo del lavoro. Primo evento in calendario, tra gli altri, il 28 giugno alle ore 17:30, il convegno nell’Auditorium del Mi.Co. sul tema “Quale scuola per trovare un lavoro”.
Il 29 giugno, alle ore 10:00, il confronto con l’economista e scrittore Jacopo Perfetti che presenterà il suo ultimo libro: Inventati il Lavoro. Sopravvivere alla fine del posto fisso e svegliarsi ogni mattina con il sorriso.
A seguire, alle ore 11:30 l’incontro “Il Lavoro del futuro: come orientarsi” con la partecipazione delle Università di Milano e del Salone dello Studente.
Spazio, poi, a quei giovani che hanno deciso (o stanno pensando) di intraprendere il percorso per diventare Consulente del Lavoro. Per loro i consigli utili per affrontare l’esame di abilitazione e comprendere quali sono le prospettive della professione.
Sabato, infine, alle ore 10:00, sempre nell’“Isola delle politiche attive”, l’approfondimento sul ruolo di Consulenti del Lavoro, Agenzie per il lavoro e Centri per l’impiego per orientare i più giovani nella scelta del proprio futuro professionale.

I temi e gli ospiti del Festival del lavoro

I consulenti del lavoro, con questo festival, sono in prima linea per il confronto a tutto tondo sui temi sociali ed economici di più stretta attualità. Idee, proposte e dibattiti animeranno questo appuntamento al quale parteciperanno diverse personalità, come il presidente dell’Inps, Tito Boeri, il prof. Giuliano Cazzola, l’onorevole Maria Stella Gelmini.

I dialoghi sul futuro dell’Italia saranno il filo conduttore di questa edizione, caratterizzata dall’hashtag #lavoroefuturo.
I temi che animeranno i dibattiti del MiCo rappresentano gli obiettivi da perseguire subito: lavoro, innovazione, investimenti, crescita, ricollocazione, welfare, formazione, sostenibilità. Riflessioni sulle riforme che possono cambiare le prospettive di questo Paese, su come farsi spazio nel mondo del lavoro e tornare a crescere, che saranno stimolate anche attraverso il confronto con i protagonisti della “Libreria” del Festival, ovvero gli autori di pubblicazioni dedicate a queste tematiche: dai giornalisti Luciano Fontana, Alan Friedman, Massimo Gaggi, Walter Passerini all’ex Ministro del Lavoro Tiziano Treu; dall’imprenditore Jacopo Perfetti al prof. Francesco Perrini.

Nell’“Aula del diritto” invece saranno illustrate e commentate le ultime novità normative riguardanti:
– il lavoro autonomo e l’equo compenso,
– la privacy,
– i controlli a distanza dei lavoratori e gli effetti della legge sul whistleblowing,
– gli interventi di flessibilità in entrata e uscita dal mercato del lavoro, con particolare attenzione ai nuovi strumenti in materia di accompagnamento alla pensione,
– gli interventi di promozione dell’occupazione, per verificarne l’efficacia concreta e le prospettive di miglioramento,
– il lavoro femminile, esaminando in particolare il rapporto fra i più recenti strumenti di promozione e la discriminazione latente.

Con i vertici dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro verranno approfonditi orientamenti ed esperienze nell’attività ispettiva che riguardano intermediazione illecita, disciplina e gestione degli appalti, trasferta e trasfertismo, rappresentanza sindacale. E si farà il punto sulle attività intraprese insieme al Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro per contrastare illegalità e abusivismo professionale.

Importante anche il contributo degli enti di Categoria: nell’“Isola della Previdenza” dell’Enpacl, si approfondiranno le opportunità offerte dalla previdenza complementare e dal progetto “UniversoPrevidenza” sulla pianificazione previdenziale; nell’ “Isola delle politiche attive” la Fondazione Consulenti per il Lavoro presenterà il nuovo portale “FLLab” che consentirà ai Delegati di gestire al meglio tutti i servizi della Fondazione, dai tirocini alle politiche attive regionali all’Assegno di ricollocazione, mettendo in rete disponibilità, esperienze, opportunità. Infine, la Fondazione UniversoLavoro, che al Festival mostrerà i servizi per la digitalizzazione degli studi professionali.