Toscana, nuovo bando occupazione

PONTE-VECCHIO

Nuovo bando Occupazione, Grieco: “Attenuare gli squilibri del sistema favorendo chi è in difficoltà”

“Lo scopo è attenuare gli squilibri del sistema occupazionale, vista la flessione quantitativa della domanda di lavoro che proviene dal sistema delle imprese e penalizza i soggetti socialmente più deboli. Il potenziamento delle opportunità di inserimento lavorativo attraverso degli incentivi per le imprese che assumono soggetti con minori capacità competitive, fin dall’inizio della crisi economica, costituisce una importante linea operativa della Regione Toscana”.

Lo afferma in un comunicato stampa l’assessore regionale della Toscana a Lavoro, formazione ed istruzione, Cristina Grieco, parlando della delibera approvata dalla Giunta toscana concernente il nuovo bando Occupazione, finalizzato a garantire incentivi economici ad aziende e datori di lavoro che fino a tutto il 2020 assumeranno personale con deboli capacità competitive o soggetti colpiti dalla crisi ed a rischio disoccupazione di lunga durata.

La misura di intervento prevista dalla delibera prevede, per gli anni 2018-20, la concessione di incentivi a chi sceglie di assumere alcune tipologie di persone e in particolare lavoratori che hanno subito un licenziamento a partire dal 1° gennaio 2008, disoccupati over 55, soggetti svantaggiati ai sensi della legge regionale 32/2002, giovani laureati, laureati con dottorato di ricerca, donne disoccupate over 30 e persone con disabilità. Nel caso di assunzione di donne disoccupate over 30 e persone con disabilità i datori di lavoro possono avere sede ovunque in Toscana. Per quanto riguarda l’assunzione delle altre tipologie di lavoratori, invece, potranno conseguire gli incentivi previsti dal bando quei datori che hanno sede operativa e legale nelle aree di crisi e di crisi complessa o nelle aree interne del territorio regionale.

“Si tratta di una misura che concretamente vuole offrire opportunità a chi è maggiormente in difficoltà”, precisa l’assessore Grieco. “Essa è volta a mettere le basi per la creazione di nuova occupazione e lo sforzo economico messo in atto dalla Regione è assolutamente rilevante”. La misura è coperta da risorse regionali e da risorse europee Por Fse 2014-20 per un importo totale di circa 9 milioni di euro, esattamente 8 milioni 983 mila 967, che serviranno a finanziare l’avviso regionale che, apertosi in questo mese di luglio, rimarrà aperto fino a tutto il 2020.