Fiera Didacta Italia 2018

didacta

Dal 18 al 20 ottobre a Firenze si terrà la seconda edizione di Fiera Didacta Italia, evento internazionale diretto a docenti, dirigenti scolastici, formatori, professionisti e imprenditori del settore

Dal 18 al 20 ottobre 2018 Firenze ospiterà alla Fortezza da Basso la seconda edizione di Fiera Didacta Italia. L’evento internazionale, nato come spin-off, si rivolge a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia.

L’offerta formativa tra workshop, dibattiti e convegni

Dopo il successo della prima edizione, che ha visto la partecipazione di 20.000 visitatori e 4.000 docenti, l’evento 2018 si preannuncia ancora più ampio per gli oltre 31 mila metri quadrati di spazi espositivi, più di 190 espositori italiani ed esteri, 190 eventi in programma, tra workshop, didattica immersiva con attrezzature informatiche e connettività potenziata e convegni. I partecipanti avranno modo di vivere un’esperienza innovativa in spazi attrezzati con tecnologie direttamente utilizzabili e un ampliamento di più di un terzo delle sale dedicate alla formazione.

Il Miur disporrà di uno spazio espositivo di 400 metri quadrati per la formazione allestito in tre aree: una di accoglienza, una nella quale si svolgeranno seminari e confronti su temi di interesse per i docenti e per i direttori dei servizi amministrativi e un laboratorio dedicato all’innovazione e al digitale.

La manifestazione, inserita dal Ministero fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, ha previsto che gli insegnanti possano scegliere sul sito di Didacta tra 130 workshop, con un’offerta complessiva di oltre 300 ore di formazione.

Fra le novità 2018, emergeranno workshop dedicati ai bambini di fascia 0-6 anni che affronteranno tematiche dell’infanzia collegate all’arte, ai libri, ai nuovi media, all’educazione all’aperto e all’uso creativo dei materiali di recupero. Una sezione sarà invece dedicata agli istituti alberghieri, con attività sul marketing e webmarketing del turismo, all’evoluzione tecnologica nel settore dell’accoglienza, alla gestione e organizzazione di un evento enogastronomico fino ai software di settore.

Programma Didacta Italia 2018

Il programma, articolato secondo i diversi livelli scolastici, consentirà agli insegnanti di partecipare in base al tema e al livello scolastico di riferimento. Fra gli argomenti proposti, verrà dibattuto il tema dell’innovazione attraverso un nuovo modello educativo nel seminario “Genitori e nuovi media”, gli “Approcci metodologici a supporto della Robotica Educativa”, le stampanti 3D, la didattica della musica, il CLIL (Content and Language Integrated Learning), l’utilizzo della tecnologia a scuola come “Trasformare gli spazi educativi nella scuola dell’infanzia” e “La piccola scuola come comunità educante”, con un focus sul radicamento della piccola scuola nel territorio.
Durante la tre giorni fiorentina saranno previsti convegni dedicati al Programma Erasmus+, eTwinning (didattica basata sulla progettualità e sulla collaborazione multiculturale), Avanguardie Educative (movimento che sfrutta le opportunità offerte dalle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, per cambiare gli ambienti di apprendimento), e gli Istituti Tecnici Superiori, dove si alterneranno i ricercatori delle Università di Harvard e di Princeton, con le quali Indire ha avviato una collaborazione in tema di innovazione didattica. Umberto Galimberti sociologo e psicanalista dell’Università Ca’ Foscari di Venezia parteciperà al convegno “Educazione Emozionale a Scuola: il Metodo RULER”, con un intervento sulla natura del rapporto tra emozioni e apprendimento e il ruolo dell’educazione emozionale nella scuola odierna.

L’Italian University Line-IUL, (università telematica italiana riconosciuta dal MIUR) parteciperà con una proposta formativa in modalità blended, che combina il metodo tradizionale frontale in aula con attività mediata dal computer e/o da sistemi mobili online sulla piattaforma dell’ateneo.
Didacta Italia avrà anche un segmento dedicato alle startup e all’innovazione, gestito in collaborazione con importanti incubatori nazionali in partnership con l’università di Firenze (attraverso la Fondazione per la ricerca e l’innovazione dell’ateneo e il CsaVRI-Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell’Incubatore universitario), l’area di Educazione Musicale, le proposte didattiche dei teatri fiorentini delle maggiori realtà museali italiane, come il Museo della Scienza di Napoli e gli otto musei fiorentini del progetto Welcome Florence, sostenuto dalla Regione Toscana dal 2016.

didacta

Gli organizzatori di Fiera Didacta Italia

La fiera organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e Didacta International, grazie al supporto della Camera di Commercio italiana per la Germania (Itkam) e di Florence Convention & Visitors Bureau, è stata presentata ufficialmente il 13 settembre al Miur (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca) dal sottosegretario all’istruzione, Salvatore Giuliano, da Cristina Grieco, assessora all’istruzione della Regione Toscana, da Cristina Giachi, vicesindaca all’educazione del Comune di Firenze e Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera.

Per Salvatore Giuliano incontri come Fiera Didacta Italia sono fondamentali verso un cammino di cambiamento della scuola. “Da una parte” ha commentato “i protagonisti possono mostrare le loro buone pratiche, entrare in relazione gli uni con gli altri, dall’altra rappresentano occasioni di approfondimento e aggiornamento per tutti coloro che operano a vario titolo all’interno della scuola”.
“Fiera Didacta Italia” ha concluso il sottosegretario all’istruzione “non è solo uno spazio espositivo, ma un luogo di crescita e di innovazione a partire dall’incontro. Siamo di fronte a una manifestazione collettiva, che mette al centro la scuola nel suo insieme. Una fiera che poggia su una visione unitaria del nostro sistema d’istruzione e formazione”.

Giovanni Biondi ha sostenuto che Didacta 2018 è un’occasione che hanno i docenti per aggiornarsi e confrontarsi sui processi d’innovazione che interessano le scuole italiane. “Didacta” ha aggiunto “non è una fiera tecnologica, ma un luogo dove gli attori possono discutere sul futuro della scuola. Perché non è il sistema scolastico a dover rincorrere le novità tecnologiche, ma sono le tecnologie che devono mettersi a supporto dell’innovazione nella didattica”.

Per Leonardo Bassilichi la fiera rispecchia gli obiettivi del piano strategico 2018 – 2025 della società. “La nostra ambizione” ha spiegato “è quello di valorizzare lo sviluppo delle eccellenze internazionali con un elevato contenuto culturale. In questa seconda edizione Fortezza da Basso si trasformerà in un grande laboratorio pulsante di idee e progettualità per la scuola del futuro”.