Dalle Regioni Toscana

Fondi europei per la Toscana in arrivo

Firmato l’accordo Governo – Regione per attivare i bandi sui fondi europei per la Toscana. In arrivo 264 milioni di euro per l’emergenza Covid

A metà settembre usciranno i bandi relativi ai fondi europei per la Toscana a seguito dell’emergenza Covid. I bandi saranno pubblicati quasi tutti tra il 15 e il 16 settembre 2020 a seguito della firma del relativo accordo da parte del Ministro per il Sud e la coesione territoriale Giuseppe L.C. Provenzano, in visita a Firenze.

Ministro Provenzano

I fondi europei per la Toscana
I 264 milioni di euro, rimodulati e riorientati rispetto all’originaria destinazione dopo il parere favorevole dell’UE (vedi nostro articolo http://www.donnainaffari.it/2020/08/risorse-fesr-ue-accoglie-richiesta-toscana/), saranno destinati soprattutto (141 milioni) a sostenere le attività economiche. L’intervento di maggior spessore è rappresentato da 115 milioni per contributi a fondo perduto per le PMI che abbiano sostenuto, a partire da febbraio 2020, investimenti materiali ed immateriali. Saranno ammessi progetti da 20 mila ad un massimo di 200 mila euro, finanziati da un minimo del 40 fino all’80%. Sono previsti anche interventi di sostegno alla digitalizzazione (10 milioni), alle realtà operanti nelle aree interne (6 milioni) e per il sostegno delle aziende del turismo che più hanno risentito della crisi (10 milioni).

Il commento del presidente Rossi
“Un esempio virtuoso di velocità, collaborazione e vicinanza ai territori” ha sottolineato il presidente della Regione, Enrico Rossi, “che hanno consentito alla giunta di mettere da subito in pista interventi importanti. Un risultato duplice, che consente di usare subito risorse per l’emergenza e nello stesso tempo di recuperare e sveltire ulteriormente la conclusione del programma di investimenti europei 2014-2020. Un risultato per il quale la Toscana ringrazia sia il Governo che la Commissione europea che hanno risposto positivamente alle sue richieste”.

I bandi relativi ai fondi europei
Dei fondi europei riprogrammati (168 milioni dal programma operativo Fesr e quasi 97 milioni  Fse) – come ha ricordato l’assessore al bilancio Vittorio Bugli – altri 70 milioni saranno destinati all’emergenza sanitaria. “L’accordo può contare su risorse già assegnate e a breve sarà possibile accedervi attraverso bandi ‘a sportello’, cioè a scadenze periodiche e più facili da utilizzare, che saranno pubblicati nelle prossime settimane”.

I fondi europei verranno utilizzati anche per la parità
30 milioni di fondi europei verranno utilizzati per il sostegno delle fasce della popolazione a rischio, a partire dagli aiuti alimentari destinati ai comuni di media e piccola dimensione; 13 milioni saranno indirizzati ai lavoratori del settore privato con figli fino a sei anni, in modo da aiutarli a conciliare i tempi per la famiglia con quelli per il lavoro; 5,7 milioni verranno utilizzati come indennizzo per i tirocini sospesi. Infine, 5 milioni saranno investiti per la formazione.

Potrebbe interessarti