Lavoro Pari opportunità

Progetto Donne in affari a Roma

Iniziativa della nostra testata giornalistica per le lavoratrici romane, il Progetto Donne in affari a Roma coinvolge tutte le portatrici di interesse

Il Progetto Donne in Affari a Roma nasce con lo scopo di creare un ambiente ottimale per lo sviluppo delle attività lavorative delle donne, perché creare un ambiente favorevole affinché il lavoro femminile possa esprimersi al meglio è di certo un importante passo avanti nel percorso che conduce alla parità di genere effettiva. Sganciandosi dalle logiche individualistiche o di singoli gruppi di interesse individuando le necessità che di fatto accomunano tutte.

Come nasce il Progetto Donne in affari a Roma
L’idea ci è nata a seguito dell’evento per il decennale di Donna in Affari (http://www.donnainaffari.it/2020/09/speciale-su-evento-per-i-10-anni-di-donna-in-affari/) che abbiamo festeggiato l’anno scorso con molte rappresentanti di istituzioni, reti imprenditoriali e lavorative private e pubbliche, associazioni, ecc. che negli anni hanno avuto contatti con il nostro giornale. In quell’occasione abbiamo notato con piacere che il ritrovarci insieme a condividere le nostre esperienze lavorative presentandoci, facendo nascere magari nuove amicizie, è stato entusiasmante per tutte. E allora perché non far sì che da quel momento di incontro nasca qualcosa di utile per il futuro, una rete di chi opera a Roma? Insieme potremmo fare qualcosa di utile per tutte in una prospettiva di sviluppo della città come luogo di eccellenza per le donne che vi lavorano.

Il primo passo del Progetto Donne in Affari a Roma
Il progetto “Donne in Affari a Roma” ha lo scopo di creare un clima favorevole allo svolgimento del lavoro femminile nella città di Roma, affinché questa possa divenire un esempio virtuoso anche per gli altri centri abitati. Per realizzare tale scopo la nostra testata giornalistica ha deciso di partire dall’ascolto delle necessità delle lavoratrici romane (che siano autonome, occasionali, dipendenti, dirigenti o imprenditrici) emerse nel tempo. Ed è per questa ragione che abbiamo individuato, quale primo passo di questo percorso, la realizzazione di un questionario, compilabile in forma anonima, che ogni lavoratrice romana può compilare al seguente link: https://forms.gle/RcZSrY8HLARvAP6MA
Il questionario è completamente anonimo, non è collegato ad alcuna e-mail, non occorre fornire dati personali e serve solo per aiutarci a comprendere la realtà lavorativa romana sotto ogni aspetto per riuscire a creare un clima lavorativo favorevole per ogni donna anche grazie alle segnalazioni e ai suggerimenti di chi lo compila.

Il nucleo del Progetto Donne in Affari a Roma
Il nucleo del progetto Donne in Affari consiste nella creazione di un Tavolo virtuale composto dalle rappresentanti di ogni associazione e gruppo portatore di interesse che tratti il tema del lavoro e dell’imprenditoria femminili nella capitale. Se solitamente infatti ciascuna organizzazione tratta a livello interno i temi della parità di genere, andando a creare singole iniziative e percorsi individuali, abbiamo constatato che mai come in questo caso si può applicare l’antico detto “l’unione fa la forza”. Invece di creare tanti percorsi individuali sullo stesso tema, creiamone uno solo che ci raggruppi tutte.
La finalità del Tavolo è quella di tracciare delle linee guida cui potranno ispirarsi le istituzioni locali per attuare politiche di genere efficaci, tenendo conto delle esigenze proprie di chi è realmente portatrice di interesse in questo ambito: la donna che lavora a Roma.
Siamo consapevoli che ci sono già alcune iniziative per la parità di genere a livello nazionale ma riteniamo necessario che vengano attuate in modo integrato e strutturato a livello locale, in particolare proprio nella città di Roma – una metropoli multiculturale, la più popolosa d’Italia, sede delle maggiori istituzioni del Paese, con il più alto tasso di imprenditoria femminile, con il più alto tasso di lavoratrici – che in quanto capitale della nostra nazione potrebbe rappresentare, grazie alle best practices che potranno essere avviate a seguito di questo progetto, un esempio da presentare all’ANCI affinché altri lo seguano.

I risultati del questionario sul Tavolo
Lo stesso questionario potrà essere erogato con il supporto di tutte le organizzazioni e i gruppi delle comunità romane già formate. I risultati del questionario verranno analizzati insieme con le componenti del costituendo Tavolo, che saranno le rappresentanti degli stessi gruppi interessati. Mettendo insieme le necessità comuni a tutte e presentandole alle istituzioni locali in modo strutturato, con una serie di linee programmatiche chiare e semplici da attuare, possiamo ottenere molto di più di quanto non otterremmo a livello di singolo gruppo.

Come aderire al Tavolo Donne in Affari a Roma
Ogni associazione di categoria, ogni associazione di lavoratrici, organizzazione o gruppo o community formatasi anche in modo spontaneo, che ha a cuore i temi del lavoro femminile, dell’imprenditoria femminile, delle pari opportunità di genere, può aderire al tavolo scegliendo una propria rappresentante delegata a parteciparvi. Per le adesioni al tavolo potete inviare un’email con il nome della persona che vi siederà e il nome del gruppo/associazione/istituzione/ente che rappresenta. L’indirizzo email dedicato è: prog.donneinaffariaroma@gmail.com.
Potete anche chiedere maggiori informazioni inviando un’email a redazione@donnainaffari.it o telefonando alla redazione (0694842690, 331.9040473).
Sono invitate ad aderire anche le rappresentanti delle organizzazioni strutturate a livello nazionale o regionale che abbiano iscritte a Roma delegando una propria rappresentante locale.

Per una Roma col “bollino rosa”
Divulgare il più possibile il questionario è fondamentale perché maggiore è il numero di risposte maggiore è il loro valore, per questo motivo una volta compilatolo si può far girare il link tra le proprie conoscenze e amicizie, tra le proprie colleghe e le proprie parenti che lavorano a Roma (che siano nell’ambito pubblico o privato è indifferente: l’unico “requisito” che deve accomunare tutte è quello di lavorare a Roma). Solo così potremo sollecitare le istituzioni locali a varare politiche di genere realmente efficaci e utili per tutte. Ricordando che se riusciamo ad ottenere in questa città dei risultati “da bollino rosa”, il Progetto può essere attivato nelle altre città italiane, che potranno prendere a modello le best practices che saremo riuscite a instaurare. In sostanza si tratta di “geolocalizzare” nella principale area lavorativa femminile italiana, per non disperdere energie in mille rivoli contemporaneamente, e poi allargare ad altre aree lavorative.

Donna in Affari per le donne in affari a Roma e non solo
Il nostro giornale dunque, in quanto testata giornalistica che da oltre 10 anni opera nel mondo dell’informazione specializzata sugli argomenti del lavoro e dell’imprenditoria femminili, potrà essere il portavoce ideale delle esigenze delle lavoratrici e delle imprenditrici romane e italiane, dando risonanza alle loro voci come ha sempre fatto ma anche supportandole in questo percorso. Come unica testata giornalistica italiana specializzata su questi temi, e come tale già da anni individuata a livello europeo (https://wegate.eu/start/starting-bussiness/donna-affari-%E2%80%93-women-business-italy), Donna in Affari è ormai riconosciuta e accreditata dalle diverse istituzioni locali e nazionali e può rappresentare un ottimo veicolo per presentare le istanze femminili.

Potrebbe interessarti