Politica e donne Società

Una prospettiva di genere per le città del futuro

Città del futuro: Sostenibilità, Sicurezza e Integrazione, una prospettiva di genere è l’evento organizzato da UNICRI, Women 20 Engagement Group del G20 e Stati Generali delle Donne

Un incontro online di portata internazionale di cui Donna in Affari è medium partner: “Città del futuro: Sostenibilità, Sicurezza e Integrazione, una prospettiva di genere” organizzato dall’Istituto delle Nazioni Unite per la Ricerca sulla criminalità e la giustizia (UNICRI) in collaborazione con il Women 20 Engagement Group del G20 e l’Associazione Stati Generali delle Donne. Si terrà venerdì 9 luglio 2021 dalle 10,00 alle 18,00.

Una prospettiva di genere
Le città del futuro devono essere città a misura di donna e prevedere un processo di urbanizzazione inclusivo e sostenibile. Durante il webinar del 9 luglio si parlerà di come realizzare un processo di urbanizzazione inclusivo e sostenibile, dove nessuno è lasciato indietro e dove i benefici sono condivisi da tutti. Importante includere una prospettiva di genere in tutti i processi di urbanizzazione, in vista degli sforzi di ripresa globale post Covid-19. A livello globale infatti la povertà e la vulnerabilità hanno colpito più duramente le donne in termini di distribuzione ineguale di risorse e opportunità; accesso alla giustizia; oppressione, violenza ed esclusione sociale. La prevenzione della violenza di genere, l’istruzione e le opportunità di lavoro, la disponibilità di servizi sociali, l’innovazione tecnologica, i buoni percorsi pedonali, la mobilità e l’illuminazione pubbliche, il controllo e la sicurezza pubblica sono tra gli elementi che le donne hanno evidenziato come necessari e che necessitano di riforme per un futuro sostenibile.

Inclusione delle donne nelle forme di governance delle città
L’applicazione di una “lente di genere” migliorerebbe l’inclusione delle donne nella progettazione e rivitalizzazione degli spazi urbani e creerebbe una nuova governance attraverso una pianificazione infrastrutturale che rifletterebbe le esigenze di uomini e donne. Un maggior coinvolgimento delle donne nei processi di riforma sociale, climatica ed economica migliorerebbe l’azione delle donne negli spazi politici e decisionali e creerebbe le condizioni per il progresso verso l’uguaglianza nelle opportunità di lavoro, l’accesso all’innovazione tecnologica, i salari e il bilanciamento famiglia-lavoro. Includere le voci delle donne nelle politiche di urbanizzazione può aprire opportunità per ripensare le città come luoghi in cui lo sviluppo sostenibile, la pace, l’ambiente e la protezione dei diritti umani lavorano in sinergia verso il raggiungimento dell’Agenda SDG 2030.

L’evento, con Donna in Affari tra i media partner, si potrà seguire sul canale youtube (https://www.youtube.com/channel/UCc8egOYFSK9q0-zGl2gBtdw) e sulla pagina del gruppo Facebook (https://it-it.facebook.com/groups/1427604680829903/) degli Stati Generali delle Donne. Per approfondire: http://www.donnainaffari.it/2021/06/citta-del-futuro-prospettiva-di-genere/

Potrebbe interessarti