OIV – L’Organismo Italiano di Valutazione ha avviato i lavori

logo OIV

L’Organismo Italiano di Valutazione ha avviato i lavori

Terminata al prima riunione dell’Organismo che si pone come il nuovo standard setter italiano per i principi di valutazione di aziende, partecipazioni, strumenti finanziari e attività reali.

L’OIV, guidato da Luigi Guatri e Piergaetano Marchetti, è l’organismo nato dall’Università Bocconi, cofondatrice insieme a Borsa Italiana, Assirevi, AIAF (Associazione Italiana Analisti Finanziari), Assirevi (Ordine Nazionale dei Dottori Commercialisti) e ANDAF (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari) allo scopo di creare un metodo unico di valutazione delle aziende, degli strumenti finanziari e delle attività dell’economia reale.

All’organismo spetterà il compito di stilare i principi etici cui ispirarsi e stabilire le regole da seguire durante le valutazioni per aumentarne il livello qualitativo: come spiega il vicepresidente dell’Università Bocconi, Luigi Guatri, “per rendere le stime affidabili  è necessario che il giudizio che sta alla base sia guidato da corretti principi. L’Oiv, lavorando come standard setter, ha la finalità di creare regole che possano ridurre i margini di discrezionalità del giudizio. Il riferimento a un corpus di principi largamente condiviso, inoltre, rende più facile all’esperto che emette le valutazioni di perseguire l’interesse pubblico anziché quello del committente, aumentando così anche la fiducia nelle valutazioni da parte degli utilizzatori finali di queste”.

Nel corso della sua prima riunione, l’OIV ha deciso di costituire un gruppo di lavoro che si occupi espressamente di impairment test. Nel frattempo, sono state gettate le basi per aprire il dialogo con l’IVSC (International Valuation Standard Council) proprio allo scopo di divenire il referente unico dello standard setter internazionale per l’Italia, divenendone membro sponsor alla stregua degli altri Paesi occidentali, i cui standard setter già vi appartengono in qualità appunto di membri sponsor.

L’OIV è composto da un consiglio di garanti, composto da accademici indipendenti, il cui presidente è Luigi Guatri e da un consiglio di gestione, il cui presidente è Mauro Bini. Di seguito l’elenco dei componenti di entrambi i consigli con gli enti e gli istituti di provenienza.

 

CONSIGLIO DEI GARANTI

Presidente: Prof. Luigi Guatri (Università Bocconi)
Vicepresidente: Prof. Piergaetano Marchetti (Università Bocconi)
Dott. Paolo Balice (Aiaf-Associazione italiana analisti finanziari)
Dott. Luciano Berzè (Cndcec, Consiglio nazionale dottori commercialisti ed esperti contabili)
Dott. Mario Boella (Assirevi)
Prof. Armando Brandolese (Politecnico di Milano)
Prof. Gualtiero Brugger (Università Bocconi)
Dott. Massimo Campioli (Andaf-Associazione nazionale direttori amministrativi e finanziari)
Prof. Francesco Cesarini (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)
Prof. Enrico Laghi (Università La Sapienza, Roma)
Prof. Franco Moriconi (Università degli Studi di Perugia)
Dott. Luca Peyrano (Borsa Italiana)
Dott. Nunzio Visciano (Borsa Italiana)

CONSIGLIO DI GESTIONE

Presidente: Prof. Mauro Bini (Università Bocconi)
Dott. Giancarlo Attolini (Cndcec)
Dott. Paolo Celesia (Credit Suisse)
Dott. Simone Del Bianco (Mazars Italia)
Dott. Francesco Gagliardi (Kpmg)
Dott. Luca Lupone (PricewaterhouseCoopers)
Prof. Mario Massari (Università Bocconi)
Dott. Simone Maurizio (Kpmg)
Dott. Andrea Mayr (Banca Imi)
Dott. Roberto Muriess (Prysmian)
Dott. Giulia Pusterla (Cndcec)
Dott. Ascanio Salvidio (Cndcec)
Dott. Franz Herman Shutz (Ernst&Young)
Dott. Antonio Tognoli (Integrae Sim)
Dott. Marco Vulpiani (Deloitte)
Dott. Martino Zamboni (Cndcec)

Condividi