Il Road Show delle banche arriva in Sardegna

educare-alla-finanza

Il Road Show delle banche arriva in Sardegna

Il 9 e 10 maggio sbarcherà in Sardegna, a Cagliari, il Road Show Italia organizzato dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana): si tratta della nona tappa dell’iniziativa varata per avvicinare le famiglie e le imprese al sistema bancario

Il viaggio attraverso la penisola per spiegare il lavoro delle banche, con l’obiettivo di evidenziare il le professionalità e le energie che le banche mettono a disposizione dello sviluppo e della crescita in questo difficile periodo. In questo caso, grazie a due giorni ricchi di eventi, verranno coinvolte banche, imprese e famiglie del territorio per avviare un dialogo, con tanti momenti di incontro e informazione sulle specificità del contesto sardo.

 

L’iniziativa promossa dall’ABI è già stata ospitata dalle città di Cuneo, Vicenza, Ancona, Viterbo, Lecce, Messina, Modena e Sondrio. Il suo fine è quello di  “rendere ancor più concreto ed evidente il ruolo e l’impegno delle banche nel sostenere l’economia e rispondere alle esigenze della collettività”. 

Momento centrale dell’appuntamento cagliaritano sarà l’evento di sabato 10: nella mattinata rappresentanti delle Istituzioni, esponenti del mondo bancario locali e nazionali e imprenditori sardi si troveranno assieme con l’obiettivo di fotografare l’attuale congiuntura e ragionare sulle possibilità di una sempre maggior sinergia e vicinanza tra istituti di credito e aziende.

 

Il Road Show Italia è stato creato con lo scopo di dare visibilità alla quotidiana relazione tra le banche e i contesti ambientali in cui esse operano. Per questa ragione ogni evento coinvolge i principali centri di riferimento – istituzionali, imprenditoriali, civili e sociali – presenti su ogni specifico territorio in un dibattito che punta al reciproco confronto sulle possibili soluzioni per uscire dalla crisi. 

Quello ideato dall’ABI è un modello di partecipazione diretta “per raccontare da vicino, tappa dopo tappa, cosa fanno ogni giorno le banche italiane per il Paese”.