Un bando da 14,5 milioni di euro emanato dall’INAIL per le PMI

inail-sicurezza

Coprirà il 100% dei costi che le piccole e medie imprese sosterranno per realizzare progetti tra 200.000 e 800.000 euro di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro da realizzare in 4 macroaree aree: Nord, Centro, Sud e Isole

La domanda di finanziamento può essere presentata, in forma singola o aggregata, entro il 19 aprile 2016. I fondi, trasferiti all’Inail dal Ministero del Lavoro, saranno assegnati a progetti realizzati in almeno quattro regioni, una per ciascuna delle macroaree nord, centro, sud e isole.

Il Bando – che alleghiamo in fondo all’articolo – è stato pubblicato il 19 gennaio 2016 sulla Gazzetta Ufficiale e mette a disposizione esattamente 14.589.896 euro per il “finanziamento di una campagna nazionale di rafforzamento della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro nelle piccole, medie e micro imprese, in attuazione di quanto previsto dal decreto legislativo 81/2008 e successive modifiche e integrazioni”.

Sono 6 gli ambiti di intervento:

  1. Formazione finalizzata all’adozione di modelli di organizzazione e di gestione ai sensi dell’art. 30 d.lgs. 81/2008 e s.m.i. in un’ottica di sviluppo del sistema delle relazioni e del cambiamento della cultura organizzativa; 
  2. Formazione per i soggetti individuati ai sensi dell’art. 21 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. sui rischi propri delle attività svolte; 
  3. Formazione sugli aspetti organizzativo-gestionali e tecnico-operativi nei lavori in appalto e negli ambienti confinati, con particolare riferimento alla gestione delle emergenze; 
  4. Formazione per l’adozione di comportamenti sicuri, finalizzati alla prevenzione del fenomeno infortunistico e tecnopatico; 
  5. Formazione sulla valutazione dei rischi nell’ambito dell’art. 28 comma 1 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i., con particolare attenzione alle specificità di quelli collegati allo stress lavoro correlato, alle lavoratrici in stato di gravidanza, alle differenze di genere e agli altri ivi previsti; 
  6. Formazione sulla gestione dei rischi in ambiente di lavoro legati alla dipendenza da alcool, sostanze psicotrope e stupefacenti. 

Per realizzarli, ci si deve affidare a docenti in possesso di una comprovata esperienza professionale o di insegnamento, di durata almeno triennale, in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Destinatari della campagna di formazione –spiega l’Inail – sono i datori di lavoro, i lavoratori, compresi quelli stagionali, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls/Rlst) delle piccole, medie e micro imprese e i piccoli imprenditori.

I soggetti attuatori previsti dal bando sono le organizzazioni sindacali e datoriali, gli organismi paritetici, le università, il dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, gli ordini e collegi professionali per i propri iscritti, gli enti di patronato e i soggetti formatori accreditati, che potranno presentare la domanda di finanziamento, su delega delle piccole, medie e micro imprese cui sono dedicati i progetti.

La domanda va presentata entro le ore 13,00 del 19 aprile, insieme a tutta la documentazione scaricabile a questo link: http://www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/Bandoperlaformazione/index.html#

Ricordiamo che sarà coperto il 100% delle spese sostenute ma che il finanziamento erogabile (e dunque le spese) è compreso tra un minimo di 200.000 e un massimo di 800.000 euro e che l’iniziativa dovrà essere realizzata entro 18 mesi dalla comunicazione di ammissione ai fondi.
Non sarà finanziato più di un progetto per ciascun soggetto attuatore, singolo o in aggregazione, in ognuno dei sei diversi ambiti di intervento.
Per aiutare le nostre lettrici e i nostri lettori che intendono partecipare ai bandi è attivo il nostro servizio di supporto.

(D.M.)