Contratti, si apre il confronto sulla riforma contrattuale dell’artigianato

confartigianato

Il 9 marzo primo incontro tra le Organizzazioni artigiane e Cgil, Cisl, Uil

Si è aperto a Roma il tavolo di confronto sulla riforma del modello contrattuale e sulla rappresentanza tra le Confederazioni dell’artigianato e delle Pmi – Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani, Claai – e Cgil, Cisl e Uil.

Alla riunione hanno partecipato i Presidenti di Confartigianato Giorgio Merletti, di Cna Daniele Vaccarino, di Casartigiani Giacomo Basso, e Marco Accornero, Segretario Generale di Claai. Per i Sindacati sono intervenuti il Segretario Generale della Cgil Susanna Camusso, il Segretario Confederale della Cisl Gigi Petteni, il Segretario Confederale della Uil Tiziana Bocchi.

Le Confederazioni dell’artigianato e Cgil, Cisl e Uil hanno convenuto sull’importanza di definire un sistema contrattuale che salvaguardi la positiva esperienza di relazioni industriali consolidate nell’artigianato, che ha portato alla riforma del sistema contrattuale avviata nel 2004, e che preveda anche uno specifico accordo sulla rappresentanza.

I vertici delle Organizzazioni imprenditoriali e dei Sindacati hanno inoltre condiviso la necessità di costruire una revisione del modello contrattuale attento all’evoluzione delle imprese artigiane, per offrire loro strumenti di contrattazione utili a valorizzarne la produttività e la capacità competitiva.

I rappresentanti delle Confederazioni artigiane e di Cgil, Cisl e Uil si incontreranno di nuovo il prossimo 24 marzo e nell’occasione definiranno i temi oggetto del confronto.