Regione Liguria: si punta sull’istruzione per rispondere al mercato del lavoro

Regione Liguria: si punta sull’istruzione per rispondere al mercato del lavoro

Didattica 2.0: le aziende scendono in campo a Genova dove per tre giorni docenti, impegnati nel Piano Nazionale Scuola Digitale del MIUR, e centinaia di partecipanti da tutta Italia, potranno lavorare con le aziende, che metteranno loro a disposizione all’interno di aule tecnologiche le ultime novità del mondo education.

La Regione Liguria si fa il restyling e punta sulla formazione dei giovani con l’occhio attento al mercato del lavoro. Così, nella sede della Regione Liguria, è stata presentata “Orientamenti”, importante opportunità in programma alla Fiera di Genova dal 16 al 18 novembre. Oltre 120 eventi formativi in programma, 200 espositori, una quarantina di aziende coinvolte, 40mila studenti attesi.

L’obiettivo sarà combattere l’abbandono scolastico promuovendo l’accesso al mercato del lavoro, conoscere le aziende che assumono accompagnando lo studente nella scelta del percorso formativo – in particolare gli indirizzi scientifici e tecnologici.

Il 2011 segnerà la manifestazione per il suo carattere nazionale. Infatti, tra gli ospiti ci saranno Ministeri, Regioni, le più importanti agenzie, imprese (un maggior numero di espositori, anche da fuori Liguria), Forum nazionale e gli atenei per definire una carta di Genova 2011, nel decennale della prima carta sulle politiche dell’orientamento.

Occasione d’oro sia per i docenti che intendano aggiornarsi nella professione, sia per i ragazzi in cerca di visibilità. Ad essi, infatti, sarà dedicato il salone della creatività e dei talenti dove saranno raccontati i progetti presentati nell’ambito delle eccellenze scolastiche con la premiazione delle migliori opere di ingegno.

Annunciata inoltre una mostra del talento giovanile, i laboratori “arte del fare” con artigiani del pane, trucco teatrale, news e radio days, nonché “la notte dei talenti”, con la premiazione dei talenti liguri della scuola, dell’Università e per la prima volta del mondo del lavoro.

Venerdì 18 novembre l’incontro tra giovani e mercato

Il salone del lavoro, delle arti, mestieri e professioni con il career day, ospiterà diplomati e laureati potranno conoscere importanti aziende italiane e liguri, svolgere colloqui e comprendere le modalità per intraprendere percorsi di auto imprenditoria o di cooperazione.

In quest’area saranno presentate le filiere del lavoro che resistono alla crisi in Liguria nell’ambito delle nuove tecnologie, dell’information tecnology, del turismo, dell’economia del mare, dei servizi alla persona, della green economy e dell’artigianato.

Opportunità anche per le imprese che decideranno di partecipare ad Orientamenti

Sarà loro offerto di ampliare il panel dei potenziali clienti attraverso attività che coinvolgano i visitatori come la compilazione di questionari, focus; promuovere il proprio marchio e i propri prodotti/servizi direttamente presso il target di riferimento.

Il focus sarà dedicato soprattutto all’editoria libraria scolastica-multimediale, alle aziende che si occupano di attrezzature e arredi per ambienti scolastici, a società che fabbricano materiali psico-motori, a operatori turistici e culturali, a strutture alberghiere, a imprese informatiche e tecnologiche con attenzione al settore dell’E-learning.

Brand internazionali sono già presenti all’interno di ABCD-Orientamenti in quanto la partecipazione ad Abcd-Orientamenti è un momento fondamentale poiché permette di incontrare di persona gli attori principali del sistema scolastico italiano: studenti, docenti, dirigenti scolastici, rappresentanti del Ministero.

L’intento è quello di promuovere il progetto sviluppato in collaborazione con lo European Schoolnet, presentando i risultati della sua fase sperimentale e l’evoluzione della strategia Acer in tale ambito.

Saranno le aule tecnologiche, in questo settore, a fare la parte del leone: occasione unica per sperimentare le novità in 3D, simulazioni per l’apprendimento, contenuti editoriali digitali, realtà aumentata, interattività, cloud computing.

Inoltre, grande attenzione al settore turistico-alberghiero con aziende nazionali pronte a promuovere offerte turistico-formative, così come all’editoria: “Tienimi d’Occhio” è un prodotto editoriale in forte crescita pronto ad una sinergia con la scuola e il mondo della formazione.

Insomma non c’è che da scegliere lo stand giusto e prepararsi alla partecipazione della fiera; in un momento così difficile per la scuola italiana (dove imperversano tagli di anno in anno) almeno si segnala un po’ di interesse per la formazione dei nostri giovani.

Il salone, finanziato dal fondo sociale europeo e ormai giunto alla sua quindicesima edizione, vede la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria.

In modo particolare, gli argomenti oggetto di convegni e di seminari organizzati da questo Ufficio rientrano nelle aree tematiche: economia del mare e del porto; information communication tecnology; scuola e tecnologie; teconologie e professioni; riordino della secondaria di secondo grado; educazione interculturale, all’ambiente e alla salute.

Al momento si segnalano particolarmente due iniziative: seminari informativi sulla riforma della scuola secondaria superiore; laboratori di aiuto alla scelta con esperti di orientamento.

L’evento è promosso dall’associazione “European Schoolnet (EUN)”, costituita da una rete di 30 Ministeri della Pubblica Istruzione in Europa e oltre.

Sonia Scorziello