Ricomporre il lavoro civilizzando l’economia. Tavola rotonda organizzata dalle ACLI

 

Ricomporre il lavoro civilizzando l’economia. Tavola rotonda organizzata dalle ACLI

Si terrà venerdì 16 dicembre 2011 alle ore 14,30 presso la Camera di Commercio di Padova, l’incontro sul ruolo del terzo settore nelle nuove prospettive lavorative

Le differenze di stipendio tra dirigenti e operai rappresentano un divario veramente eccessivo che andrebbe colmato o perlomeno avvicinato per raggiungere l’equità sociale reale e non solo annunciata. Secondo i dati della ricerca nazionale IREF (l’istituto di ricerca delle ACLI) sul “lavoro scomposto” infatti, la differenza è di 365 euro al giorno!. Un operaio guadagna poi 127 euro in meno al giorno rispetto a un “quadro” e 22 euro in meno al giorno rispetto a un impiegato.

Riorganizzare il mondo del lavoro in modo di rendere più responsabile e “civile” l’economia è la proposta delle ACLI, che solo a Padova hanno oltre 8 mila iscritti suddivisi in 50 circoli ai quali si sommano i 31 mila iscritti ad associazioni promosse da ACLI (come il Centro Turistico Acli CTA; l’Unione Sportiva Acli U.S. Acli; la Federazione Anziani e Pensionati Acli FAP Acli, o l’Acli Terra per il settore agricolo). Tale proposta rappresenta anche un’opportunità economica per le aziende stesse.

Come ha spiegato il presidente delle ACLI padovane, Marco Ferrero, “il panorama del lavoro nel nostro Paese presenta un volto assai ‘scomposto’, caratterizzato da difficoltà e contraddizioni che in tempo di crisi hanno evidenziato tutta la loro gravità e acuito il loro peso sociale ed economico insieme”. Il presidente Ferrero si riferisce alle sperequazioni salariali, alla precarizzazione diffusa, alla disoccupazione giovanile e sostiene come l’economia italiana abbia bisogno di “diventare più civile” per aumentare la propria competitività economica.

Le proposte delle ACLI saranno espresse durante l’incontro in cui saranno divulgati i dati della ricerca, inserito nel calendario della rassega sui diritti umani in Italia e nel mondo “Diritti + Umani”. Vi interverranno: Marco Ferrero, presidente Acli provinciali di Padova; Marco Livia, direttore di Iref (Istituto di ricerche educative e formative delle Acli); Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre; Andrea Olivero, presidente nazionale delle Acli e portavoce del Forum del Terzo settore; Ugo Campagnaro, vicepresidente nazionale e presidente provinciale di Confcooperative, portavoce del Forum Terzo settore veneto; Abdallah Kezraji, vicepresidente della Consulta Immigrazione della Regione del Veneto; Eva Franceschini, giornalista. Modera Omar Monestier, direttore del Mattino di Padova.

 

Condividi