Aziende artigiane: in Toscana finanziamenti a tasso zero per oltre 20 milioni di euro

Aziende artigiane e finanziamenti

Aziende artigiane: in Toscana finanziamenti a tasso zero per oltre 20 milioni di euro

Bando regionale in chiusura il 31 dicembre, ma la domanda va presentata al più presto per rientrare in graduatoria

Finanziamenti simili in tutto e per tutto a quelli bancari. Con la differenza non banale di poter contare su un tasso zero e su un posticipo nell’avvio del rimborso di ben 18 mesi. Sono i finanziamenti proposti dalla Regione alle aziende artigiane con sede operativa in Toscana e che vogliono investire. I fondi disponibili per l’operazione superano i 20 milioni di euro e rientrano in un fondo rotativo che si autoalimenta grazie ai rimborsi effettuati da quelle aziende che hanno già beneficiato di finanziamenti analoghi in precedenza.

 

I dettagli

Intervista a Simonetta Baldi, Dirigente settore Artigianato della Regione Toscana

Se non si vede il video è necessario aggiornare o installare flash

Il bando regionale prevede il finanziamento a tasso zero del 60% degli investimenti per lo “sviluppo aziendale” e del 70% dell’investimento nei settori “industrializzazione di progetti di ricerca e sviluppo sperimentale”, “trasferimento d’impresa” e “sviluppo aziendale” per le imprese giovanili e femminili.

Tra le tipologie d’investimento previste dal bando troviamo terreni (nel limite del 10% della spesa ammissibile), impianti industriali, impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, macchinari e attrezzature, acquisto o costruzione di edifici ecosostenibili, la prima partecipazioni a mostre o fiere e molto altro.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 31 dicembre, dunque le imprese interessate devono affrettarsi per rientrare in graduatoria ed avere accesso a finanziamenti da impiegare per investimenti tra i 50mila e i 2 milioni di euro, da restituire in 5 anni nel caso in cui l’investimento sia inferiore ai 300mila euro, in 7 anni nel caso in cui la cifra superi questa soglia.

Tra i fattori che rendono particolarmente interessante l’operazione ci sono la sicurezza del tasso zero, il fatto di avere il primo anno di preammortamento e il rimborso a rate semestrali posticipate. L’azienda artigiana si trova dunque a disporre di liquidità per un lungo periodo di 18 mesi senza doversi occupare di attivare il rimborso.

Il fondo è gestito da Artigiancredito Toscano, realtà che rientra nel Raggruppamento Temporaneo di Imprese, costituito appositamente per la diffusione degli incentivi regionali, formato anche da Fidi Toscana, Banca Cassa di Risparmio Firenze e MPS Capital Services. “Schizzati in alto in maniera vertiginosa i tassi – ha detto il presidente di Artigiancredito Toscano Roberto Nunziantini presentando il bando regionale – un’opportunità come questa rappresenta un vantaggio davvero enorme”.

Contatti

Per consulenza e assistenza gratuita sulla predisposizione delle domande e l’avviamento dell’istruttoria ci si può rivolgere agli sportelli di Argiancredito Toscano: telefonicamente al numero 055 737841, via mail all’indirizzo act@artigiancreditotoscano.it.

Agnese Fedeli