Imprenditoria Studi e ricerche

Le quotazioni della Space Economy

Al via lo Space Index mondiale, per investire valutando le quotazioni della Space Economy. Attualmente ci sono più di 200 titoli quotati nelle Borse mondiali

Le quotazioni della Space Economy iniziano a essere necessarie, dal momento che dopo il lancio del 30 maggio 2020 di Falcon 9 di Elon Musk (http://www.donnainaffari.it/2020/06/e-arriva-anche-la-space-economy/), l’accesso allo spazio si è aperto ai privati e che lo sviluppo economico stimato è di 3 miliardi di euro entro il 2040.

La necessità di quotazioni della Space Economy
In un’economia spaziale in evoluzione c’è bisogno di un benchmark di riferimento. E per questo Alessandro Sannini, chairman di Twin Advisors & Partners, già advisor della Fondazione E. Amaldi si è impegnato nello studio di strumenti europei d’investimento sul settore spaziale e insieme a Fabio Michettoni, partner di Volcharts, già direttore per 16 anni di Teleborsa.it, ha messo a punto un algoritmo proprietario che calcola l’indice mondiale su un certo numero di titoli scelti su tutti i listini mondiali. Attualmente l’indice è in fase di test e sono già in corso contatti con diversi provider mondiali per poterlo rendere utilizzabile per tutti gli operatori.

Le prime quotazioni della Space Economy
Alessandro Sannini (Twin Advisors) e Fabio Michettoni (VolCharts Partner) stanno così creando il primo Indice Europeo delle quotate dello spazio, che raggruppa titoli delle imprese di questo settore (attualmente ci sono più di 200 titoli quotati sui listini di Borsa di tutto il mondo) e lo scopo viene chiarito dallo stesso Sannini: “avere un benchmark della Space Industry permetterà di avere un riferimento per gli investimenti e di confezionare prodotti d’investimento sul settore, che rappresenta sicuramente in questo momento una possibilità di ripresa economica post Covid-19 per l’economia mondiale e per quella italiana”.

Potrebbe interessarti